Resoconto del martedì (18/02/2020)

Il weekend pallavolistico appena trascorso non è stato molto positivo per le formazioni di Olimpia e Firenze Volley, caratterizzato da molte polemiche per alcune gestioni arbitrali.

Nella quindicesima giornata di serie C, femminile e maschile, registriamo infatti due sconfitte:
Olimpia Il Bisonte esce sconfitta per 1-3  nella sfida contro A.P. Certaldo Pallavolo, tra tante proteste e cartellini.
La formazione del Firenze Volley invece perde in trasferta contro Norcineria Toscana per 3-2.
Nonostante la sconfitta, i nostri ragazzi prendono un punto che fa più per il morale che per la classifica, realizzando comunque anche azioni di buon gioco.

Nel campionato di Prima Divisione femminile , Olimpia ottiene solo un punto in casa, perdendo 2-3 contro la formazione di P.V.P. Volley Viaccia in un match in cui non sono mancate le proteste nella fase finale di partita.

Arriva la prima notizia positiva: con la vittoria della Seconda Divisione femminile di mister Mula, che batte 1-3 la formazione di Firenze Ovest pallavolo.
Nell’altro girone, non accade lo stesso per l’Under 18 di Mitti e Tricomi che perdono 0-3 contro la corazzata de Le Signe Empoli.

Nel campionato di serie D maschile, all’undicesima giornata, l’Olimpia di mister Mitti vince per 3-1, in casa contro Avis Volley Pistoia e si stacca dal terzetto di coda, di cui ne fa parte, purtroppo, l’Under 18 Firenze Volley che esce sconfitta per 3-0 contro Emma Villas Vitt Chiusi.

In Prima Divisione maschile, Olimpia batte 3-0 PvP Volley Vaiano.

In conclusione, inseriamo qui nel resoconto anche la sfida di ritorno della semifinale del Playoff territoriali Under 18, giocata domenica, tra Remo Masi e Firenze Volley.
Con la vittoria per 0-3 i nostri ragazzi strappano il pass per la finale, dove affronteranno Volley Prato, e l’accesso alla fase regionale.

Per il resoconto delle partite è tutto, vi diamo appuntamento alla prossima settimana.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.