Nel giorno di veglia pasquale è andata in scena, al pala Rosai, la decima e ultima giornata di ritorno del campionato di serie C. Le avversarie di giornata dell’Olimpia il Bisonte sono le giocatrici della C.S. San Michele Firenze, posizionate al secondo posto in classifica.

Con capitan Viti ancora infortunata, la formazione delle padroni di casa è composta da Colzi alzatrice, Del Croix opposto, Bartali e Mariotti laterali, Starnini e Breschi al centro e Moretti libero.

Le ospiti, invece si schierano con Maioli al palleggio, Galletti opposto, Pistolesi e Magnolini schiacciatrici, Rutili e Masseti centrali e Alari libero.

Il primo parziale appare molto equilibrato negli scambi iniziali in cui si vedono molte battute fendenti ed efficaci compiute da entrambi gli schieramenti.
Il punteggio è infatti 10-10.
Il parziale prosegue sul risultato di 15-15, con le due squadre che continuano a fronteggiarsi con gli attacchi delle laterali: Bartali e Mariotti rispondono a Magnolini e Pistolesi; buono anche l’inizio di gara dell’opposto di San Michele, ed ex Olimpia, Galletti. Con quest’ultima al servizio, le ospiti guadagnano un vantaggio di quattro punti ,15-19, grazie ad un muro ed un attacco di Magnolini e due errori di Olimpia il Bisonte. Presa dall’entusiasmo, San Michele spinge sull’acceleratore e si porta sul 17-22.
Pochi minuti dopo la formazione di mister Celentano conquista la vittoria del primo set 17-25, sfruttando i troppi errori delle azzurre in fase di attacco.

La partita riprende, nel secondo parziale, ancora una volta in maniera equilibrata ma con Olimpia il Bisonte in vantaggio su San Michele 8-6 con i buoni attacchi di Del Croix, Bartali e Mariotti ben servite da Colzi. Galletti e Masseti e Rutili prima ritrovano la parità per San Michele sul 9-9 e poi portano in vantaggio la propria squadra sul 9-12. Mister Saccardi nel frattempo, decide di far esordire la giovane Cantini al posto di Bartali e poi inserisce Capocasale per Mariotti.
La formazione ospite però continua a condurre il gioco con Pistolesi e compagne e rimane avanti nel punteggio 11-17, grazie anche a dei buoni turni in battuta.
Nel finale di set, nonostante il cambio in cabina di regia, Colzi-Bonini, per l’Olimpia il Bisonte, San Michele si aggiudica il secondo parziale 19-25.

Nel terzo e ultimo set della gara, Saccardi cambia il suo sestetto titolare facendo partire Capocasale al posto di Bartali, Bonini in cabina di regia e Cammelli nel ruolo di libero. Sul 3-6 per le ospiti si rivede in campo Colzi ma San Michele è molto efficace in battuta e mette in seria difficoltà la nostra ricezione che subisce ace o è costretta a giocare a palla alta. Successivamente, Olimpia il Bisonte riesce a ridurre lo svantaggio e a portarsi sull’10-11, posizionandosi bene a muro con Mariotti e Breschi e approfittando di un calo di concentrazioni di San Michele in attacco.
A metà set quindi la gara torna ad essere giocata punto a punto con San Michele che mantiene un leggero vantaggio sulle azzurre 14-16, grazie anche agli attacchi dal centro di Rutili.
Nella fase finale le ospiti conducono ancora nel punteggio 17-21 e Saccardi cambia le due laterali, Mariotti e Capocasale, inserendo Bartali e Cantini. Purtroppo il desiderato recupero non avviene e San Michele si porta a casa i tre punti vincendo anche l’ultimo parziale 20-25.

In conclusione possiamo dire che è stata una gara complicata per le nostre ragazze che hanno sofferto molto la battuta avversaria. Tanti sono stati i cambi ma nonostante la grande volontà non hanno ribaltato la situazione che ha visto, alla fine, l’Olimpia il Bisonte uscire dal campo sconfitta.

Adesso rimane solo da disputare la gara di recupero proprio contro San Michele per le nostre ragazze e speriamo che i punti deboli che sono usciti fuori in questa sconfitta, possano essere analizzati in allenamento da staff e giocatrici ,così da far arrivare a sabato la squadra pronta a riscattarsi e ben agguerrita.

di Lorenzo Basagni 
Addetto stampa 

a cura di Guido Desirò 
Social media manager

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.