CF – Black out Olimpia il Bisonte: sconfitta da dimenticare.

OLIMPIA IL BISONTE VS PIANDISCÒ VALDARNINSIEME 0-3


Nel fine settimana appena passato è andata in scena la quarta giornata di campionato di serie C femminile.

Risultato amaro, quello arrivato a fine partita per la nostra squadra Olimpia il Bisonte, uscita sconfitta per 0-3, in casa, contro il Piandiscò Valdarninsieme, avversario a punteggio pieno in classifica e molto difficile da affrontare.

L’Olimpia il Bisonte di Saccardi e Onori che deve far a meno dell’opposto Rendo, a causa di un infortunio procuratosi in allenamento ma che recupera il libero Moretti, out da tre giornate, si schiera così: Balducci in cabina di regia, Del Croix opposto, Montagni e Bartali schiacciatrici, coppia di centrali Mattii e Rossi, libero Cammelli.

Il primo set inizia bene per le padroni di casa che affrontato a viso aperto le avversarie.
Infatti le nostre ragazze, in fase di cambio palla, sono molto efficaci sia al centro sia con i laterali e rimangono solide in difesa contro gli attacchi delle avversarie, in particolare contro quelli dell’ex nazionale rumena Elena Butnaru.
A metà set il margine di punteggio sulle avversarie è di cinque punti (18-13) e tutto sembra filare liscio fino a quando Piandiscò ingrana la quinta ed inizia a salire d’intensità in attacco, mettendo a segno una serie di punti, fino ad annullare clamorosamente tutto il divario nel punteggio.
Le nostre ragazze soffrono gli attacchi della miglior giocatrice avversaria, Butnaru, non riuscendo più a ripartire in cambio palla e a portare a casa il set il quale va, al contrario, al Piandiscò col risultato di 23-25.
Primo parziale iniziato e condotto fino a metà set molto bene da Olimpia il Bisonte, tra gli attacchi efficaci di Bartali, Del Croix e Rossi e le buone difese di Cammelli e Montagni, sulle schiacciate dei posti 4 avversari.
Dall’altra parte del campo, Piandiscò parte soffrendo l’ottimo gioco di squadra delle nostre ragazze ma poi si riprende e recupera lo svantaggio fino a vincere il set.

Secondo parziale di gioco che inizia giocando punto a punto, con buone giocate sia delle nostre ragazze, Rossi e Bartali per esempio, sia delle avversarie con la solita Butnaru in posto quattro e al centro con Tani.
Piandiscò conduce per tutto il set, giocando ogni pallone in maniera ordinata e sempre più decisivo in attacco fino ad arrivare ad un parziale massimo di 9-17.
Sul finale di set l’Olimpia il Bisonte riesce a recuperare qualche punto ma Piandiscò non cede come era successo alle nostre ragazze nel set precedente, mantenendo in mano il pallino del gioco e finendo per vincere anche il secondo parziale 17-25.

A questo punto inizia il terzo e definito set e qui si verifica, purtroppo, il completo black out per la nostra squadra.
Il margine di svantaggio nel punteggio è fin dai primi punti molto grande; Olimpia soffre gli attacchi avversari per tutta la durata del set e quando riesce a difendere, la maggior parte delle volte le nostre schiacciatrici non mettono in difficoltà la squadra avversaria in attacco.
Nonostante alcuni cambi effettuati da mister Saccardi, il set si conclude con un netto 25-13, portando alla vittoria della partita Piandiscò Valdarninsieme per 0-3.

Questa gara è stata sconfitta diversa rispetto alla partita contro l’Ariete, dove la resistenza delle nostre ragazze si prolungò fino all’ultimo punto.

Qui il black out è stato netto e irreversibile, insomma, è stata una partita da dimenticare.

Nel primo set Olimpia Il Bisonte è stata una squadra molto tecnica, agguerrita e con la voglia di vincere per poi finire di sciogliersi come neve al sole poco a poco nei restanti due set.
C’è da sottolineare comunque che si affrontava un’ottima squadra, composta da buoni effettivi e alla testa del campionato, per adesso, a pari merito con Calenzano.
Piandiscò è stata brava a recuperare nel primo parziale e a continuare a dominare il gioco fino alla fine della partita, in particolare con l’esperienza della Butnaru e le sue agguerrite compagne, impedendo alle avversarie di rifiatare.

Le nostre ragazze dovranno metabolizzare la sconfitta, resettare e ripartire, cercando di tornare a giocare, con tecnica e organizzazione e con la voglia di vincere come abbiamo visto nella prima parte del primo set della partita, in modo tale da cercare di ritrovare al più presto i tre punti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.