1DF: Sales Volley – Olimpia PoLiRi 1/3

Parziali: 12-25; 25-19; 15-25; 22-25.

 

Olimpia Po.Li.Ri:, Ponzalli (K), Ruvolo (6), Bartoli (9), Mula (4), Palaia (5), Donadel, Modica (8), Galeotti, Pratesi (7), Vagnliuca (3), Rubino (15), Calbi(L), Di Pede (L)

1°All.: Cavandoli

2°All.: Volpini

 

Seconda trasferta consecutiva per la Prima divisione dell’Olimpia Po.Li.Ri., che dopo il saluto alla ormai sempre più capolista Rufina, viene ospitata in casa della Sales. Sales che si vede offrire dal pranzo alla cena tre indigeste portate a base di Olimpia, considerando anche i giovani dell’under 15 e poi serie D maschile (a cui va un ringraziamento speciale fin da subito per il tifo!).Arrivando a noi invece, nel campo detto “delle poste” la posta in palio è alta: caccia aperta ai tre punti, contro una squadra molto vicina nella posizione di classifica. La partita viene preparata con molta attenzione durante la settimana, e il risultato è lampante: le ragazze di coach Cavandoli e coach Volpini lasciano a casa ansia e paura e senza battere ciglio si armano di bisturi e bazuka; chirurgiche nella consapevolezza di sapere cosa fare, devastanti nel come lo fanno. Dopo un doveroso e più che giusto minuto di silenzio, fischio d’inizio e via con il primo parziale: Palaia va in cabina di regia opposta a Rubino, Vagniluca-Pratesi di posto 4, Bartoli-Mula al centro con libero DiPede. L’Olimpia parte bene e avanza ancora meglio; dopo un’iniziale testa a testa, le ragazze in maglia azzurra caricano la mitraglia della battuta (11 ace totali) e salutano la Sales dall’alto di un 12-25 che non lascia spazio a niente e nessuno. Lucide, grintose e concentrate le giovani azzurre si preparano al secondo set. Stessa formazione per ricercare la stessa prestazione, con gli ingressi in corso di Galeotti per Pratesi e di Modica per Vagniluca. Purtroppo il calo di tensione arriva, immancabile come le luci a Natale; l’opaca prestazione in rice (36% + e # con 7 ace subiti in totale) raggiunge il picco proprio in questo parziale, di conseguenza rendendo difficile per noi contrattaccare e ricostruire il gioco in modo efficace, e rendendo invece abbastanza facile per la Sales portarsi a casa il bottino 25 a 19. Calma e sangue freddo, c’è solo da giocare. L’Olimpia in questo sabato 7 dicembre è più forte della Sales e lo sa; lo deve sapere. A questo punto deve anche dimostrarlo e lo fa alla grande, immortalando in due scatti con il flash la vittoria di terzo e quarto set. Nel parziale numero 3, tre sono anche i cambiamenti di formazione: Rubino va a fare compagnia a Pratesi e lascia il posto 2 a Modica; Ruvolo entra a pieno regime per prelevare Mula; infine l’ingresso in corso di Calbi per DiPede. Nonostante una difesa non sempre precisa, la palla non casca (81% di palloni defibrillati) e l’attacco si mantiene discreto (30% # con 43 punti in attacco su 57 totali). 15-25 e via andare. Nel 4° e ultimo set partiamo con la stessa formazione, tranne DiPede che rientra su Calbi e un cambio in corso di Galeotti su Pratesi. Per la Sales non c’è speranza, i motori dell’Olimpia si sono accesi ed è difficile spengerli. Le ragazze in maglia blu vincono 22-25, convincendo e divertendo. Digeriscono e metabolizzano alla grande la sconfitta di sabato scorso, dimostrando che alla fine, quello che conta davvero, sono l’entusiasmo e la serenità per andare avanti in un percorso che a volte ci mette davanti ad alcune difficoltà; ma per quanto grandi esse siano, saranno sempre sole contro una grande squadra di atlete, allenatori e sostenitori. Ricordo a tutti l’appuntamento di sabato prossimo presso il PalaRosai, dove alle 18.00 l’Olimpia affronterà la compagine della Sestese. Come sempre grazie ai tifosi e FORZA OLIMPIA!!!

 

Irene Merilli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.