U16FB Uisp: Olimpia Poliri Bianca – Volley Viaccia 3/2

Parziali: 25-19; 24-26; 20-25; 25-20; 17-15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Baldini, Bertoli, Bonavita (L), Cacciamani, Caramitti, Carcassi, Gianfaldoni, Giannelli, Martinuzzi (K), Pagliantini, Rispolano, Vergelli.

1°All.: Lazzari L.

 

Vittoria al cardiopalma per l’Olimpia Po.li.ri. che supera, al termine di una partita emozionate e sempre in bilico, la formazione pratese del Viaccia Volley.
Le ragazze di Lisa Lazzari partono subito forte e cominciano ad accumulare punti di vantaggio nei confronti delle ospiti fino al 15-7 poi,un parziale di 5-0 per il Viaccia, induce la coach dell’Olimpia a chiamare il primo time-out; le azzurre di casa riprendono il comando del gioco e, dopo alcune battute sbagliate dall’una e dall’altra parte, vanno a vincere il primo set col punteggio di 25-19. Una prima frazione molto positiva, soprattutto se si tiene conto che ben 13 punti sui 25 totali sono stati fatti dalle nostre atlete!
Il secondo set prende avvio con una lunga fase di equilibrio, si procede di pari passo fino al 5 pari poi l’Olimpia allunga un po’ e tiene le ospiti a -3 fino al 14-11, quando si assiste al ritorno delle ospiti che grazie a un parziale di 5 punti conquistati, si portano sul 16-14. L’Olimpia reagisce, riagguanta il punteggio e si riporta davanti, 20-18; anche il secondo set sembra avviato verso la vittoria delle fiorentine ma le pratesi non demordono, riagguantano il 23 pari e vanno a vincere 26-24. Peccato, perchè per lunghi tratti anche la seconda frazione sembrava a portata di mano…
Il terzo set prende fin da subito una brutta piega: le pratesi conquistano punti e l’Olimpia sembra un po’ in…bambola, ma un impeto d’orgoglio la riporta in partita (9-10); è un fuoco di paglia, perchè le ospiti ricominciano a macinare punti e mantengono stabilmente tre o quattro punti di vantaggio, fino a chiudere sul 20-25. Proprio in occasione dell’ultimo punto ospite (che poi l’arbitro farà ripetere), si infortuna la capitana Giulia Martinuzzi, a cui verrà diagnosticata una distorsione alla caviglia. A Giulia un grosso abbraccio e i migliori Auguri di pronta guarigione!
Si al quarto. Le condizioni psicologiche non sono delle migliori. La situazione di svantaggio dopo aver vinto il primo set e l’infortunio della Martinuzzi, rischiano di condizionare il prosieguo della partita, ma non sarà così.
Nella quarta frazione, dopo l’iniziale 1-1, le ragazze di Lisa Lazzari cominciano a condurre nel gioco e nel punteggio; sul 9-4 viene chiamato il primo time-out dalle ospiti ma alla ripresa del gioco la musica non cambia, le nostre ragazze mantengono le avversarie a distanza di sicurezza e vanno a vincere il set senza troppe difficoltà: 25-20. Una bella prova di carattere e un’iniezione di fiducia in vista del quinto e decisivo set. Che inizia bene per l’Olimpia, che si porta avanti fino al 6-3 ma subisce la rimonta delle avversarie che vanno al cambio campo sull’8-7. Alla ripresa del gioco le fiorentine infilano quattro punti consecutivi e si portano sul 11-8, ma il vantaggio viene dilapidato e si arriva al 13 pari. Time-out chiamato dalla panchina dell’Olimpia e alla ripresa il Viaccia mette a segno il punto n.14. Panico in campo e (forse di più) fuori, ma le nostre irriducibili azzurre pareggiano. 14-14. Altro vantaggio ospite e altro pareggio. 15-15. Si va a oltranza. Vantaggio Olimpia. Tutti col fiato sospeso, la paura di vincere dell’Olimpia fa il pari con la paura di perdere del Viaccia, ma le “nostre” hanno la meglio e, con una schiacciata perentoria di Greta Bertoli, arriva il punto della vittoria! Una vittoria sofferta, ma meritata, giunta dopo due ore e dieci di gioco, che fa il paio con quella ottenuta sabato scorso a Narnali e che lancia la squadra in testa alla classifica del girone!
Che dire ancora ragazze? Con tre vittorie nelle ultime quattro partite (fra Uisp e Fipav) ci state abituando ai vostri successi, ma sono abitudini piacevoli, che non vorremmo perdere mai…
Il prossimo impegno sarà sabato 10 novembre alle ore 18.30 sul campo del San Quirico. FORZA OLIMPIA!

 

Sonia Nuzzi

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.