3DF: Olimpia PoLiRi – USE Pallavolo 1/3

Parziali: 16-25, 21-25, 25-23, 17-25.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Savoi S. (K) (13), Borghi V., Bertelli A. (8), Paoletti E. (2), Losso A. (16), Costanzo M. (1), Ceccherini B. (2), Poneti I. (4), Cerchiai L. (2), Taccetti S. (L). N.e.: Cacciamani B., Vitali A., Trama P. (L).

1°All.: Rafanelli M.

 

Partita dalla doppia faccia. Molti potranno dire “finalmente”, altri commenteranno con un “peccato”. Finalmente perché le ragazze in maglia azzurra hanno dato il massimo, hanno avuto voglia di giocare, divertirsi e far divertire come mai prima d’ora in campionato. Peccato perché un punto non sarebbe stato demeritato. Un punto che avrebbe smosso la classifica, un punto che avrebbe dato molto più morale, cancellando quello 0 dalla casella dei punti. La prestazione odierna non può sicuramente essere merito dell’allenatore, passato dall’essere il secondo a primo da meno di una settimana, ma sicuramente è merito delle ragazze, in cerca del giusto riscatto.
Partono Borghi in palleggio con Savoi opposta, Bertelli si schiera in banda, opposta a Paoletti, mentre Ceccherini e Poneti sono le due centrali. Come libero scende in campo Taccetti. Trama viene lasciata in panchina perché colta da un malessere. La stessa cosa con Losso, che ha abbandonato l’allenamento precedente dopo appena 10 minuti. Molti errori in questi primi istanti del set, troppa fretta da parte delle atlete di casa. Molte battute sbagliate, soprattutto dalla capitana Savoi, solitamente la più efficace ed efficiente. Il primo parziale finisce sul punteggio di 25 a 16 per le ospiti.
Nel secondo alcuni cambiamenti. Entra Cerchiai al posto di una eccessivamente distratta Ceccherini, mentre Savoi si sposta come banda, insieme a Bertelli. Come opposta torna a schierarsi Losso. Set molto intenso. Le atlete di casa partono bene, subito in vantaggio per 5 a 2, ma un break imponente della numero 18 ospite dalla battuta sembra mettere fine ai sogni di gloria. Dieci battute consecutive portano il set a pendere notevolmente in favore delle bianco-rosse. Entra Paoletti al posto di Savoi, successivamente fa il suo ingresso anche Costanzo per prelevare Borghi. Il primo recupero va a buon fine. La situazione si stabilizza sul 16 a 14 in favore delle ospiti. Ma un nuovo calo di tensione delle ospitanti mette definitivamente ko il parziale. Si conclude sul 25 a 21 con un errore in battuta di Losso. A lei il pregio di averci provato lo stesso.
Nel terzo partenza con le solite sei che hanno iniziato il secondo. Un set incredibile, al cardiopalma. Le coronarie di Rafanelli, come quelle dei tanti tifosi presenti, sono state messe a dura prova. Partenza lenta, come al solito, per le azzurre. Borghi è nervosa e raramente riesce a rendere giocabile il pallone alle proprie attaccanti, viene sostituita da Costanzo. Losso cresce nel corso del parziale. Ancora molte battute sbagliate consentono alle ospiti di rimanere in partita, davanti fino al 21 a 20 per le azzurre. Da lì inizia il calvario. Punto su punto, fino all’errore in battuta di Poneti per il 23 pari. Però Losso e Savoi giocano dalla parte giusta della rete, prima la giocatrice di origine polacca da seconda linea, poi la capitana numero 9 regolarizzano le avversarie mettendo fine a un parziale incredibile.
Nel quarto parziale iniziano le 6 che hanno concluso quello precedente. Solito inizio al rallentatore, purtroppo non è solo l’inizio. Molti errori, uniti alla presenza di tre belle giocatrici nel campo avversario hanno permesso alle ospiti di portare a casa il parziale.
Partita superba per l’opposta Anja Losso. Alcuni errori di troppo, ma è riuscita a mantenere il cervello sempre acceso, aprendo anche bene il gioco quando le spettava ricostruire con il secondo tocco. Molta grinta ed energie spese per la causa. Un’altra sicuramente da nominare è Alessia Bertelli, centrale fino al giorno prima, trovatasi a ricoprire un ruolo quasi sconosciuto per una follia dell’allenatore. Considerando che ha scoperto di giocare banda due minuti prima dell’inizio della partita, ha messo insieme una prestazione degna di nota. Altra nota di merito per Ilaria Poneti, sempre la solita. Magari non sarà molto efficiente sotto rete, sbaglia qualche battuta di troppo, ma ci mette tutta la voglia e la grinta di cui dispone, riprendendo le compagne e aiutandole nei momenti di difficoltà, per quanto le è possibile.
Ciò che l’allenatore aveva chiesto prima della partita è successo. Magari non sono arrivati punti, la classifica vede l’Olimpia PO.LI.RI. sempre in fondo a 0 punti in compagnia della Sales, impegnata oggi sul campo del Calenzano, però si è potuta ammirare una partita di pallavolo. Mettendoci sempre questa grinta e questa tenacia in allenamento e partita i risultati arriveranno.
Concludo, come sempre, con un sentito FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Prossimo impegno: U.S. Virtus Pallavolo – G.S. Olimpia PO.LI.RI., venerdì 2 novembre, ore 21:00.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.