U18M: Olimpia Po.Li.Ri. – Unione Pall. Scandicci A 1/3

Brutta sconfitta per i ragazzi dell’ Olimpia under 18, che è stata superata 3 a 1 dalla formazione A dello Scandicci nella terza giornata del campionato di categoria. Nel primo set Zisa schiera Allighieri in palleggio con Benci opposto, Cenni e Caputo centrali, Bernotti e Intravaia schiacciatori, Mancari è il libero; inizio brillante dei nostri che ottengono subito un break di 4 a 0 e giocando con convinzione e concentrazione tengono bene il vantaggio fino alla fine della frazione, che si aggiudicano 25 a 21, senza consentire agli avversari di rientrare in partita. In avvio di secondo set, con Geppi partente al posto di Bernotti, l’Olimpia sembra mantenere il buon passo mostrato fino a quel momento, ma inaspettatamente la luce si spenge e i nostri ragazzi subiscono un parziale di 7 a 0: da quel momento la squadra perde completamente il filo del gioco, non riesce più a organizzare una reazione degna di questo nome e, nonostante gli innesti di Bernotti per Geppi e di Fibbi per Benci (poi di nuovo rientrato) cede agli avversari 25 a 15. Terzo set che vede di nuovo in campo il sestetto schierato in avvio di partita: la squadra sembra in ripresa, gioca con maggior grinta e attenzione e va subito in vantaggio 9 a 2, mantenendo inalterato il distacco fino al 19 a 12; poi nuovo inopinato black-out, con i ragazzi che non riescono più a giocare a pallavolo (anche in questo caso i cambi proposti da Zisa, Fibbi per Allighieri e Losso per Benci, non cambiano purtroppo l’inerzia della partita), assenti in tutti i fondamentali di attacco e difesa, e una squadra avversaria che, senza fare niente di eccezionale, approfitta dello sbandamento dei padroni di casa e va a vincere il set 25 a 21, con un parziale di 13 a 2. La quarta frazione, che ripresenta il sestetto dell’avvio con Geppi al posto di Bernotti, è la logica continuazione del precedente: la squadra non si ritrova, va subito sotto 14 a 5 e, pur abbozzando una timida reazione che la porta fino al 18 a 13, finisce col cedere quasi senza reagire per 25 a 15.
Brutta sconfitta, come detto, che ha messo nuovamente in luce le carenze soprattutto caratteriali della squadra, incapace di modificare il proprio atteggiamento quando l’andamento della partita lo richiede, in ansia e in affanno non appena due o tre punti girano male; certamente bisognerà lavorare su questo aspetto, anche perché non si può buttar via tutto il lavoro tecnico e tattico svolto in palestra durante la settimana dall’allenatore e dagli stessi ragazzi di fronte alle prime difficoltà che fisiologicamente si possono presentare durante un incontro; nel bene e nel male la partita l’ha infatti fatta (e persa) l’Olimpia, e su questo i ragazzi dovranno riflettere. C’è quindi da rimboccarsi le maniche e cercare di ricompattarsi come gruppo per affrontare in maniera adeguata i prossimi impegni: non perdiamoci d’animo e cerchiamo di trarre, anche da questa brutta serata, insegnamenti e stimoli per il futuro.

Olimpia Po.Li.Ri.: Allighieri 3, Cenni 1, Fibbi, Losso, Intravaia 13, Bernotti 10, Geppi 2, Caputo 7, Benci 16, Mancari (L).