U19M: Volley Prato – Olimpia PoLiRi 3/0

U19M

Parziali: 25-15; 25-19; 25-14

Olimpia PoLiRi: Lelli E. (K), Baldanzi G. (1), Baldanzi L., Biancani L. (2), Bussotti M. (1), Carnevali M. (5), Crema N. (1), Lastrucci G., Onerati F. (10), Pino M., Trisolini S. (L).
I All.: Mitti C. M.
II All.: Rafanelli M.

Prato – Una partita a senso unico. Incredibile lo strapotere dei padroni di casa che hanno surclassato gli azzurri fiorentini.
Partono Lastrucci in palleggio con Onerati opposto, Bussotti e Carnevali di banda, Biancani e Crema al centro con Trisolini libero. Da segnalare che Baldanzi Giovanni da alcune partite a questa parte, sia in under 19 che in serie D indossa la maglia blu per scarsità numerica di bande ricevitrici.
I giocatori di Prato iniziano subito a dettare le proprie leggi, soprattutto in battuta e a muro, due fondamentali che hanno fatto la differenza in questa partita.
Nel secondo parziale subentra Pino per Biancani. Viene anche effettuato il doppio cambio durante il parziale, escono Onerati e Lastrucci per far entrare Lelli e Baldanzi Lapo. Il Volley Prato non riesce a distanziare gli ospiti, che hanno preso maggior vigore. Entra Giovanni Baldanzi per Bussotti, non incisivo come altre volte. Purtroppo la rimonta non riesce e i padroni di casa si prendono anche il secondo set.
Nel terzo parziale torna in campo Biancani per Crema, mentre gli altri sono i soliti che sono partiti nei set precedenti. Ma la linfa vitale che aveva spinto gli ospiti a lottare con ardore nel secondo parziale sempre oramai spenta. Gli azzurri sono vittime della desolazione, già propensi all’imminente sconfitta.
La strada per i regionali si complica per gli azzurri di Mitti, Rafanelli e Ponzalli. La prossima settimana ospiteranno il Cascine Volley secondo in classifica, già vincente all’andata per 3 a 1. Lelli e compagni devono riuscire a non arrivare né quarti né quinti onde evitare di incontrare Prato nella semifinale. Ciò permetterebbe di incontrare una tra Scandicci e Cascine, due squadre più giocabili rispetto ai pratesi. Per farlo, però, devono sconfiggere Cascine in casa, come prima cosa, e potrebbe anche non bastare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.