U19M: Olimpia PoLiRi – AP Pallavolo Certaldo 3/0

U19M

Parziali: 25-5; 25-10; 25-17.

 

Olimpia PO.LI.RI.: Baldanzi Giovanni (L1), Baldanzi Lapo (NE), Biancani Leonardo (1), Bussotti Michelangelo (10), Carnevali Matteo (12), Crema Niccolò (5), Lastrucci Giovanni (NE), Lelli Emanuele (K) (2), Onerati Francesco (9), Pino Maurizio (6), Trisolini Samuele (L2). 1°All: Carlo Maria Mitti. 2°All: Rafanelli Marco.

 

Più che una partita è stato un monologo dei giocatori in maglia bianca dell’Olimpia PO.LI.RI., sia nel bene che nel male. Parte capitan Lelli in palleggio, opposto Onerati, Biancani e Crema al centro, Bussotti e Carnevali di banda. Trisolini e Baldanzi Giovanni si alternano come spesso accade, il primo in ricezione, il secondo in difesa. Partenza sprint, bel gioco espresso dagli atleti di casa, gioco che non ha mai permesso alla partita di essere messa in discussione.

Nel secondo parziale entra Pino al posto di Biancani, i due liberi si invertono. Qualche sbaglio di troppo permette agli ospiti di arrivare a 10, ma anche in questo caso il risultato del parziale non è mai stato messo in discussione.

Stessa formazione anche per il terzo parziale, ma, come al solito, Lelli e compagni cedono alla facilità del compito, adeguandosi al livello, puntando a portare a termine il compito con il minore sforzo possibile. Molti, troppi errori da parte degli atleti di casa permettono agli ospiti di rimanere attaccati fino al 15 pari, quando Certaldo molla. Alcuni errori in ricostruzione e falli a rete permettono agli atleti di Mitti di raggiungere quota 25.

In poco più di 50 minuti i ragazzi dell’Olimpia PO.LI.RI. liquidano la pratica Certaldo, prendendo altri 3 punti. Tre punti che permettono loro di superare i cugini del Firenze Volley e rimanere attaccati al Cascine Volley di Empoli, con soli 3 punti di ritardo. La prossima settimana comincerà il girone di ritorno e la Robur di Scandicci, seconda in classifica, arriverà al PalaVamba per un’altra autentica battaglia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.