U18F UISP: Pol.Ass.Sestese vs GS Olimpia PO.LI.RI. 3/1

Parziali: 25-22; 25-9; 23-25; 25-14.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Cammilli I. (K), Larturo F., Vannelli S., Fiore A., Linari A., Carcassi E., Donnini A., Eclizietta N., Baldini A., Puliatti A. (L), Bigi C. (L).

1°All.: Filippini M.

2°All.: Rafanelli M.

 

Esordio esterno per l’under 18 femminile di Filippini e Rafanelli. L’avversaria è ostica e porta il nome di Associazionismo Sestese. Il roster di atlete a disposizione dei due allenatori è cambiato notevolmente rispetto alla passata stagione, almeno la metà delle atlete presenti, tra campo e panchina, la passata stagione giocava in altre squadre.
Marco & Marco decidono di schierare, per il primo parziale, Larturo in palleggio con Carcassi opposta, Linari e Fiore di banda, Baldini ed Eclizietta al centro con Puliatti con la consueta maglietta gialla. Buon set da parte delle atlete azzurre, qualche errore di troppo in battuta. Le avversarie mostrano subito di che pasta sono fatte in attacco, mettendo a dura prova la difesa ospite.
Nel secondo entra Vannelli al posto di Larturo, Bigi, con la sua nuova maglietta bianca, prende il posto di Puliatti nello scambiarsi coi centrali. Tanti errori in battuta e in ricezione. Rapporto muro-difesa che lascia molto a desiderare. Atlete azzurre completamente assenti per questo secondo parziale.
Nel terzo tornano in campo Larturo e Puliatti, mentre Cammilli e Donnini fanno il proprio esordio al posto, rispettivamente, di Linari e Carcassi. Un set notevole da parte di tutte le atlete azzurre. Fiore lascia cadere ben poco, Donnini fa attacchi ben piazzati, Eclizietta mura come mai prima d’ora. Baldini e Cammilli crescono alla distanza, mentre Larturo, nonostante un primo accenno d dolore alle spalle, regge bene il proprio ruolo, smistando a dovere quel pallone, sempre più rovente. Le padrone di casa riescono a trovarsi anche in vantaggio sul 23-20, ma la partita non è ancora finita. Le azzurre tornano in ballo mettendo in perenne difficoltà, e quindi portando all’errore, le padrone di casa. Finisce con un bel 25 a 23, allungando la partita per un altro ulteriore parziale.
Nel quarto cominciano quelle che hanno giocato il set precedente, ma le azzurre sembrano appagate dopo il parziale portato a casa. Poco smalto, poca brillantezza. Larturo inizia ad avere i primi dolori alle spalle, Fiore a un ginocchio. La stanchezza fisica e mentale colpisce pian piano tutte le atlete azzurre, che soccombono opponendo scarsa resistenza.
Buona la prestazione di Alessia Fiore, notevole in seconda linea, non si tira mai in dietro quando c’è da attaccare. Notevole anche la prestazione, alla prima in quel ruolo, di Asia Baldini. Manca di esperienza e di malizia, ma ha dimostrato di riuscire a ricoprire quel ruolo, ha ampi margini di miglioramento. Nel complesso una buona prestazione da parte di tutte le atlete azzurre, poste di fronte a un avversario non imbattibile, ma per ora superiore.
FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.