U18F: ASD Firenze5 – Olimpia Po.Li.Ri. 3/1

Olimpia Po.Li.Ri: Pinzauti (K), Fibbi, Ponzalli M., Ceccherini, Di Fatta, Mazzocchi, Ponzalli V., Trama, Masi, Galeotti, Lascialfari (L).

1°All.: Betti.

 

Parziali: 21/25, 25/19, 25/23, 25/13.

 

Nell’ultimo incontro del Campionato U18F Uisp le ragazze dell’Olimpia offrono una prestazione non alla loro altezza e si arrendono ad un Firenze 5 che riesce a sfruttare nel migliore dei modi il fattore campo. L’unica attenuante per le nostre ragazze era la conquista matematica già dalla scorsa partita del titolo, arrivando così a giocare contro il Firenze 5 con lo spirito sbagliato. Infatti le 2 squadre in virtù della partita odierna si trovano appaiate a 18 punti, e come da regolamento subentra il quoziente set, dove le nostre ragazze sono in vantaggio (2,86 per le nostre contro il 2,22 del Firenze 5). Tornando alla pallavolo giocata, meritano di essere menzionate l’opposto Mazzocchi, il centrale Di Fatta, e la centrale Ponzalli Martina (dall’alto in basso nelle foto). La prima perchè ha dimostrato nell’arco della partita di non mollare e ha giocato una pallavolo sempre sui propri livelli, la seconda per essersi fatta trovare pronta quando il campo lo chiedeva. E per un’atleta che nell’arco del campionato ha giocato poco non è affatto scontato. Per la Ponzalli, discorso a parte: sempre pronta, insormontabile a muro, punto di riferimento per la difesa delle nostre. Inoltre sempre disponibile ad aiutare le proprie compagne soprattutto quando la squadra ha avuto bisogno di lei: non va infatti dimenticato che lei è stata presente in tutte e 3 le ultime partite per garantire la presenza di almeno 3 centrali nella gara. Ora la società e gli allenatori avranno modo di fare il punto della situazione, al termine di questo seppur breve ma intenso campionato che ci ha visto vittoriose. L’obiettivo primario rimane la crescita delle ragazze, cercando però di arrivare alle finali nazionali di Rimini con lo spirito e la preparazione giusta per poter fare del nostro meglio. Quindi avanti con il lavoro in palestra, quel lavoro che ha già portato il primo frutto, e che tutti sperano ne porti altri sempre più prestigiosi.

 



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.