U17F Uisp: VBA Firenze – Olimpia PoLiRi 2/3

Parziali: 25-18; 10-25; 25-13; 8-25; 10-15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Cammilli I. (K), Larturo F., Donnini A., Linari A., Menzinger F., Eclizietta N., Fabiani R., Alzetta M., Puliatti A. (L).

1°All.: Rafanelli M.

2°All.: Filippini M.

 

La squadra allenata da Rafanelli e Filippini dimostra di avere una notevole resistenza, andando a vincere, non senza soffrire, la seconda partita consecutiva al tie-break. Secondo 3-2 nel giro di una settimana per le giovani atlete azzurre, che vanno così a imporsi come attuale seconda forza del girone di Coppa.
Inizio con Larturo in palleggio, Donnini opposta, Linari e Cammilli sono le bande, Menzinger ed Eclizietta al centro con l’eccezionale partecipazione di Puliatti (causa assenza di entrambi i liberi) come giocatrice con maglia diversa. Inizio combattuto fino a due bei break per la squadra di casa, due consecuzioni di punti che hanno completamente spaccato il parziale. Entra Fabiani per una Linari non completamente lucida. Non c’è più niente da far, nonostante il tenue tentativo di rimonta sul finale.
Tornano in campo le sei che hanno cominciato la partita. È un monologo ospite, come è facilmente intuibile dal punteggio. Le padrone di casa sembrano essersi accontentate del primo set vinto. Cammilli e compagne iniziano a non sbagliare più niente. Un 25 a 10 che lascia poco spazio ai commenti.
Nel terzo succede l’impensabile, soprattutto dopo il parziale precedente. Larturo si inabissa mentalmente e, si sa, un palleggiatore mentalmente assente gioca per gli avversari. Entra Alzetta, all’esordio in questa categoria. Alzetta, classe ’99, gioca nell’under 15 allenata da Filippini ed è venuta per aiutare Larturo in questi casi, purtroppo non conosce molto bene i meccanismi di gioco, ma la tecnica c’è. Un cambio che non risolve la partita, ma che permette a Larturo di riprendersi e ritrovarsi.
Torna in campo nel quarto parziale la formazione titolare e, come nel secondo set, lascia solo le briciole alle padrone di casa. Formidabile in battuta la palleggiatrice Larturo. La storia, come la settimana precedente, si allunga al quinto inesorabile set.
Partono sempre le medesime sei. Il VBA ha il merito di mantenersi in vantaggio fino al cambio campo, ovvero fino a quando le atlete ospiti riescono a fare 9 punti contro i 2 delle avversarie. Menzinger insuperabile a muro, Cammilli e Donnini inarrestabili in zona d’attacco, Puliatti che lascia cadere poco o niente, un mix che porta inevitabilmente al 3 a 2 finale.
Da nominare, senza ombra di dubbio, Alessandra Puliatti, alla prima da libero. Con Murabito infortunata e Ciuffi lontano da Firenze con la scuola, tocca alla numero 18 (occasionalmente col numero 1) mettersi in seconda linea e raccattare tutto. Ottime ricezioni, recuperi mai fatti prima d’ora, ancora in dietro caratterialmente, ma sicuramente chiederle di più era impossibile.
FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.