U16FC Uisp: US Sales – Olimpia PoLiRi 1/3

Parziali: 23-25; 25-15; 20-25; 16-25.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Cammilli I. (K), Tonno G., Conticelli E., Rossi R., Menzinger F., Pesci S., Ciuffi D. (L). N.e.: Fabiani R., Giachi A., Eclizietta N.

1°All.: Rafanelli M.

2°All.: Facchini F.

US Sales: Ughes C. (K), Campioni C., Campolmi V., Ceccarelli C., Cellai B., Di Natale A., Di Stefano B., Figjia A., Rabatti M. N.e.: Campolmi E., Valenti M.N.

1°All.: Bertelli G.

Arb.: Ledda M.

 

Una battaglia preventivata. Una partita non adatta ai cuori deboli. Un match in cui le ragazze di mister Rafanelli e mister Facchini avrebbero dovuto tirare fuori tutto ciò che hanno in corpo. Di fronte la capolista. Una sconfitta su cinque partite contro la seconda Montelupo. Una squadra solida, sia in difesa che ricezione, lasciano cadere ben poco. Due centrali con una sola direzione d’attacco, ma piuttosto potenti. Un ex libero che gioca come S1 e che da posto 4 tira molto bene in parallelo. Le azzurre uscivano da una sconfitta pre-Pasquale contro Montelupo. Sconfitta non meritata, ma che però le ha fate crescere e maturare, come squadra prima di tutto.
Inizia il primo set con Tonno in palleggio, Conticelli opposta, Menzinger e Pesci al centro, Cammilli e Rossi di banda. Libero Ciuffi. Molti errori in battuta rischiano di compromettere il parziale. Solo Conticelli sembra riuscire a mettere palla a terra con continuità. Le azzurre non mollano, però, e riescono a sfruttare al meglio gli errori avversari. Dopo una bella rimonta con Conticelli in zona di battuta, si conclude il parziale al cardiopalma.
Inizio del secondo con le solite sette in campo. Diminuiscono gli errori in battuta, ma in ricezione la squadra di Rafanelli inizia a sbagliare più del dovuto. Unito al fatto che le gialle di casa iniziano a limitare i propri errori, porta al collasso. Un parziale non giocato, soprattutto a livello mentale.
Sempre le solite sette in campo per il terzo set. Migliora la ricezione, in battuta pochi errori. La differenza inizia a farla la numero 3 Rebecca Rossi. Pochi errori in attacco, ricezioni quasi sempre perfette. I centrali iniziano a far sentire la propria presenza a muro. In attacco difficilmente sfruttabili per colpa delle centrali in maglia gialla, alte e con un buon piano di rimbalzo a muro. Conticelli in prima linea è inarrestabile. Ciuffi inizia a farsi sentire in difesa e ricostruzione. Finisce 25 a 20.
Solita formazione anche per il quarto parziale. Un monologo azzurro. Le giocatrici di casa iniziano a sbagliare in qualunque fondamentale. Le ospiti, al contrario, scoprono la buonissima vena realizzativa di Rossi e Conticelli, con Cammilli e Ciuffi che dietro fanno cascare ben poco. I centrali a muro danno fastidio, mentre Tonno smista bene ai propri martelli. Il set perfetto. Un 25 a 16 che porta a una festa meritata e un po’ di buon umore che non guasta mai.
Sicuramente ottima la prestazione di Rebecca Rossi. Dopo alcuni problemi nelle ultime settimana era chiamata al riscatto, e ha risposto “presente”. Una prova notevole in fase di ricezione, quasi sempre palla in mano al palleggiatore. Quando la squadra aveva bisogno di punti non ha fatto mancare il proprio apporto, limitando fischioni in curva, ma usando anche il cervello (cosa non da poco). Altra partita eccezionale per Emma Conticelli. Dopo un inizio soft, sembrava addormentata, si risveglia e per la seppur buona difesa di casa iniziano i dolori. In ricezione si sveglia sul finale, in battuta un po’ troppi errori (almeno una a set), ma in attacco inarrestabile. Buona la prestazione anche per Diana Ciuffi. Sta crescendo a vista d’occhio. A una tecnica già notevole sta unendo grinta e voglia di non far cascare alcunché. Ancora non riesce a farsi sentire se messa davanti all’entrante Rossi, ma piccoli passi avanti si stanno vedendo.
Un buon week-end per i quasi tutte le squadre dell’Olimpia. Solamente la Serie D e la Seconda Divisione Azzurra escono sconfitte. La prima 3 a 1 in casa, mentre la seconda è uscita male dal pallone del San Michele: 3 a 0 netto. Per la serie C di Mitti, invece, prosegue a grandi passi la camminata per i play-off, secco 3 a 0 sul difficile campo del Follonica. Rimanendo in ambito maschile, vince anche la serie D2 di Maurizio Zisa, 3 a 1 per loro. In campo femminile, invece, da segnalare la vittoria della Seconda Divisione Bianca contro Barberino tra le mura amiche con un sofferto 3 a 2. Inoltre la facile vittoria della Prima Divisione contro Pontemediceo, squadra già retrocessa. Ma il risultato più bello è sicuramente quello ottenuto dall’under 14 guidata da Marco Filippini. Una prima fase di sconfitte, nella seconda fase il trend sembrava il medesimo, almeno fino a sabato 6 aprile. Sul campo del Greve hanno vinto per 3 a 2, dominando i primi due, ma soffrendo gli altri. Per una squadra non abituata a vincere è un gran risultato.
Per quanto riguarda le prossime settimane ci tengo a invitare tutta la Società ad alcune partite fondamentali per le nostre squadre femminili di prima fascia. Innanzitutto sabato prossimo alle ore 18:00 alla palestra Rosai, dove la squadra di mister Raffa affronterà l’Etruria. La Seconda Divisione Azzurra rischia i play-out e necessita di tutto il pubblico possibile a sostenerle. Il sabato successivo, invece, si comincia alle ore 18:00, con la Seconda Divisione Bianca che ospiterà l’Impruneta. La squadra di Cavandoli e Volpini deve dare il massimo in queste ultime partite per rimanere aggrappata al secondo posto. A seguire, invece, c’è il match dell’anno per la Prima Divisione di Becucci. Ospiteranno la fortissima Remo Masi in una partita che potrebbe …… non dico niente che sennò mi ammazzano … fossero poco scaramantiche.
Per quanto riguarda l’under 16 UISP, invece, una settimana di riposo, per poi riprendere il 17 contro il VBA fanalino di coda e il 20 contro la Polisportiva San Quirico, altra partita da cardiopalma. FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.