U16F Uisp: Olimpia PoLiRi – PGS Florentia 3/2

Parziali: 18-25; 25-16; 25-21; 18-25; 15-11.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Rossi R. (K) (1), Tonno G. (6), Conticelli E. (16), Cammilli I. (7), Menzinger F. (13), Eclizietta N. (1), Donnini A. (2), Puliatti A., Ciuffi D. (L), Murabito F. (L). N.e.: Giachi A., Fabiani R.

1°All.: Rafanelli M.

2°All.: Facchini F.

PGS Florentia: Anzuini S. (K), Becherucci A., Berti R., Capineri G., Cappelli E., Caverni A., Gonnelli F., Nesi L., Paolini C., Scardigli S.

1°All.: Borgogni B.

Arb.: Cappuci R.

 

Altri due punti da aggiungere alla classifica del girone C della Coppa under 16 UISP nella casella dell’Olimpia PO.LI.RI.. Due punti maturati contro le acerrime rivali del Florentia di Campo di Marte. Nella prima fase due sconfitte su altrettanti scontri per le azzurre guidate da Rafanelli e Facchini, ma l’ultima uscita le ha viste vittoriose tra le mura amiche della palestra Verdi.
Partenza con Tonno in palleggio, opposta Conticelli, Cammilli e Rossi le bande, Menzinger ed Eclizietta al centro, libero Ciuffi. Primo set anonimo da parte di molte atlete in maglia azzurra. Male soprattutto l’attacco. Un monopolio ospite. Finisce 25 a 18.
Come nel primo hanno giocato solamente le giocatrici in maglia bianca, nel secondo hanno giocato solamente quelle in maglia azzurra. Donnini preleva una Rossi completamente assente. Murabito entra come libero. Gli errori delle padrone di casa diminuiscono drasticamente, questo segna la fine per le ospiti. Conticelli inanella una buona serie di attacchi ficcanti, Menzinger fa letteralmente paura dal centro. Finisce piuttosto velocemente con un secco 25 a 16.
Parziale più combattuto il terzo. Unico cambio è il libero, torna Ciuffi ad alternarsi con i centrali. Set combattuto punto su punto. A metà Puliatti preleva Donnini, la ricezione migliora, anche se l’attacco ne risente, ma con Menzinger in queste condizioni è un sacrificio accettabile. Finisce 25 a 21.
Nel quarto torna in campo Donnini mentre Murabito è il libero. Come al solito i due liberi si alternano parziale dopo parziale. Donnini sbaglia poco sotto rete, ma inizia a sbagliare qualcosina di troppo nel fondamentale che preferisce, la battuta. La ricezione deficita, quindi torna in campo Puliatti, ma non cambia alcunché. Troppi errori in ricezione portano inevitabilmente al collasso: 25 a 18 per le ospiti e partita che si allunga fino al quinto set.
Nell’ultimo parziale rimane in campo Puliatti. È sempre la ricezione, però, il tallone d’Achille delle giocatrici di casa. Costoro, però, sono brave a non sbagliare battute e limitare gli errori in attacco. Finisce 15 a 11 tra le urla di giubilo della palestra Verdi, gremita come non mai.
Sicuramente da nominare Irene Cammilli. È la regina dell’anti-ricezione, in attacco però limita gli errori piazzando agilmente il pallone per mettere in difficoltà le avversarie. Inoltre, nota di merito indiscutibile, è la vera capitana in campo, vista l’assenza mentale, fisica e tecnica della capitana Rossi. Si prodiga nell’incoraggiare le compagne senza sosta, correndo da una parte all’altra del campo. Altra nota di merito per Federica Menzinger. Vero caccia bombardiere della squadra azzurra. Limita al minimo gli errori, sia in attacco che in battuta, aprendo più volte la difesa avversaria. Da nominare anche, per i notevoli progressi mentali, il giovane libero Diana Ciuffi. Sempre più una sicurezza in seconda linea.
La prossima giornata vedrà impegnate le ragazze di mister Rafanelli, ancora tra le mura amiche, contro la compagine di Montelupo Fiorentino, domenica 24 marzo, sempre alle ore 11:00.
FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.