U16F: Pallavolo Galluzzo – Olimpia PoLiRi 0/3

u16fParziali: 14/25 22/25 20/25.

Arbitro: Alberti Claudio.

Pallavolo Galluzzo: Bartolacci Iacarelli (L1), Benelli, Cellini, Gabellini, Gervasi, Ibraliu (L2), Mauro, Rossi, Sadun, Zanardi. All.Aprili.

Olimpia Poliri: Antinori, Azas, Barillaro (L2), Cheloni, Clemente (K), Ghiandelli, Marchetti (L1), Marini, Salamone, Sassi, Spataro, Stanganini. All.Amante.

Galluzzo – Classico testa-coda nel girone C del campionato U16F. Di fronte l’Olimpia capolista e il Galluzzo padrone di casa.

La formazione iniziale vede Clemente al palleggio, Sassi e Ghiadelli rispettivamente S1 e S2, Antinori opposto, Azas C1, Salamone C2 e Barillaro libero. Pronti, via e dopo una iniziale fase di studio, l’Olimpia prende le misure e scava il solco che porta le ospiti a chiudere il set con un punteggio netto, 25-14 in un quarto d’ora circa. Positiva l’interpretazione iniziale, che frutta 15 punti dall’attacco, 6 dalla battuta e solo 4 da errori avversari non provocati.

Il secondo set inizia sulla scia del primo, solo con qualche piccolo rallentamento in più. Le nostre si portano prima sull’8-6, quindi sul 16-13. A metà del set circa, al palleggio subentra Cheloni, mentre anche Spataro entra e mette il suo sigillo, dando il consueto contributo di punti. La squadra continua compatta fino al 21-14, poi subentra una certa rilassatezza che permette alle nostre avversarie di avvicinarsi nel punteggio che si chiude comunque a nostro vantaggio ma in maniera molto onorevole per il Galluzzo, 25-22 ! Ancora positivi i numeri degli attacchi che vedono 9 punti derivanti dalle nostre battute, 9 punti da attacchi con palla a terra o con errori provocati e 7 punti da netti errori avversari.

Nel terzo set, al centro entra anche Stanganini, libero diventa Marchetti e Cheloni rimane in regia. La gara rimane abbastanza uniforme nel punteggio rispetto al secondo set, con le nostre che vanno prima sull’8-5, poi sul 16-12 e infine sul 21-14. Cambia, però, la distribuzione dei punti, con le avversarie che sbagliano molto di più rispetto ai primi due set, tanto é vero che alla fine gli errori non provocati diventeranno ben 12. A quel punto le ragazze Olimpia si siedono un pò, permettendo il ritorno del Galluzzo che si avvicina nel punteggio. Un sussulto delle nostre mette fine alla gara, con il terzo set chiuso sul 25-20, in 19 minuti. Partita condotta con una concentrazione non certo massima, ma era difficile mantenere fino alla fine alta l’attenzione contro un avversario non irresistibile.

Di positivo c’é la chiusura della pratica in meno di un’ora e la consapevolezza che anche le ragazze che hanno giocato di meno, sono in grado di contribuire efficacemente in campo, nel corso della gara. Ora il vantaggio sulla seconda in classifica (la Robur) sale a 9 punti, complice il turno di riposo delle avversarie dirette per il primato. A questo punto del campionato, l’Olimpia é padrona del suo destino che prevede la chiusura del girone in uno dei primi due posti. Non sarà necessario aspettare neanche l’ultima giornata, che prevede lo scontro diretto con la Robur fuori casa, per attendere il verdetto. Se, infatti, le nostre ragazze riusciranno a vincere le prossimi due partite in casa, rispettivamente il 30/11 con l’Empoli Bianca e il 14/12 con la Chianti Volley, diventeranno irraggiungibili e aritmicamente prime nel girone. Un obiettivo prestigioso che nessuno all’inizio del torneo, avrebbe immaginato.

Forza Olimpia PoLiRi!

Rispondi