U16F Fipav: Rinascita Rossa – Olimpia PoLiRi BLU 1/3

U16FBLU

Parziali: 25-19, 22-25, 22-25, 17-25.

 

 

FIRENZE – Importante vittoria per 3 a 1 dell’UNDER16 BLU, che espugna il difficile campo della Rinascita, a pari punti in classifica.
Prestazione, lo diciamo subito, particolarmente significativa sul piano del carattere, anche alla luce della recente composizione del gruppo, che ha al suo attivo davvero poche partite giocate insieme: nuovi gli allenatori (Pugliese, Volpini) e nuovo l’organico, che integra sei atlete provenienti dalle due under16 Olimpia dell’anno scorso (Cecchi, Ciabilli, Golfieri, Mariotti ex FIPAV e Bechi, Mei ex UISP) con 4 ragazze di altre giovanili Olimpia (Donnini, Ricciarelli ex Under15F e Argenti, Spataro ex Under14F) e 4 innesti esterni (Ballerini, Savoi da Under16F di altre società e le new entry assolute Albino e Stefanizzi, che si stanno rapidamente portando al passo con le compagne). Nuovi anche i ruoli ricoperti (primo anno per i centrali Cecchi e Albino e per i liberi Bechi e Donnini).
Primo set da dimenticare: la Rinascita si presenta molto aggressiva in campo, sia in battuta sia in attacco, ed il sestetto schierato da Pugliese (9-25-8-7-21-12 e 3 libero) non riesce a far fronte a quest’avvio davvero grintoso delle avversarie, che recuperano tutti i palloni in difesa e spingono costantemente in attacco, trovando anche 2 fortunosi ace in battuta, complice il net. Inefficaci i due tempi chiamati dal nostro tecnico sul punteggio di 11 a 7 e di 18 a 12 per la Rinascita; sul 20 a 17 cambio della diagonale alzatore-opposto con l’ingresso di Ciabilli e Ballerini per Mariotti e Ricciarelli; sul 23 a 19 cambio tra liberi con Bechi per Donnini. Onore e merito alle nostre avversarie, ma il punteggio finale, 25 a 19, è figlio anche di tanti nostri errori diretti (5 battute sbagliate, molti errori in difesa tra le nostre giocatrici di seconda linea, 5 attacchi fuori o in rete). 2 punti su battuta del nostro centrale Mei, e 4 attacchi vincenti di Mariotti.
L’Olimpia parte bene nella seconda frazione di gioco, che è subito più combattuta: confermato il sestetto iniziale, che si mantiene a stretto contatto con la Rinascita, nonostante i soliti errori in battuta; sul 10 a 11 a nostro sfavore Pugliese schiera in battuta Savoi per Argenti e la nostra giocatrice piazza subito due belle battute che costringono la Rinascita all’errore. Continua la nostra serie positiva, che spinge il tecnico avversario a chiamare tempo sul 14 a 11 per noi. Nonostante due ace in battuta della Rinascita, riusciamo a reggere la loro reazione; Ricciarelli chiama in causa le sue schiacciatrici: Spataro e Mariotti la ripagano rispettivamente con 3 e 4 attacchi vincenti a testa. Sul 22 a 14 per l’Olimpia, si rivela purtroppo efficace il tempo chiamato dall’allenatore avversario, che spezza il nostro ritmo: subiamo un brutto parziale di 7 a 0 grazie ad un buon gioco di attacco della Rinascita, che supera il nostro muro e mette in difficoltà la nostra linea di difesa; ancora qualche errore in battuta (6 al termine del set le battute sbagliate) e attacchi poco incisivi costringono il nostro mister a chiamare tempo sul 22 a 18 per noi e di nuovo sul 22 a 21. Ma è proprio a questo punto che le nostre atlete tirano fuori tutta la loro grinta e voglia di vincere e chiudono il set con un fantastico 25 a 22, riportando in parità l’esito dell’incontro. Tifosi in delirio!!!
Nuovo set, nuova storia: il nostro tecnico conferma il sestetto della seconda metà del set precedente (9-25-8-1-21-12 e 3 libero) ed il pubblico assiste ad una terza frazione di gioco veramente incredibile ed emozionante. Avvio in salita per i nostri colori, che non riescono a capitalizzare l’entusiasmo finale del set precedente e soffrono il gioco espresso dalla Rinascita: sull’8 a 3 per le nostre avversarie, Pugliese chiama tempo; davvero incisivo il turno di battuta del numero 10 della Rinascita, che consente alla sua squadra di allungare; sul 16 a 8 consueto cambio della diagonale opposto–palleggiatore con l’ingresso di Ciabilli-Argenti per Mariotti-Ricciarelli. Immediato 17 a 8 per il fallo di formazione fischiato dall’arbitro, che si aggiunge alle due invasioni a rete e alla doppia sanzionati ai nostri alzatori. Sul 20 a 12 cambio inverso, con il rientro di Mariotti e Ricciarelli. Nonostante le 8 lunghezze di differenza, e alcuni attacchi fuori, il set cambia direzione grazie a due fantastici muri punto del nostro centrale Mei, che ridanno la carica alle nostre ragazze: tornano in positivo tutti i nostri fondamentali. In crescita la prestazione del libero Donnini, Ricciarelli giostra al meglio tutte le nostre schiacciatrici che piazzano attacchi vincenti; Spataro si conferma davvero insidiosa in battuta. Sul 20 a 15 per loro, i nostri avversari chiamano tempo, ma la paura attanaglia la Rinascita, che sbaglia qualche battuta. L’Olimpia approfitta di questo momento e crede fino in fondo alla possibilità di un favoloso recupero: mani scorticate per i genitori e urla “Olimpia Olimpia” al pareggio 21 a 21, sul quale il tecnico avversario chiama tempo. Ma ormai non c’è modo di arrestare il team Pugliese – Volpini, che va a vincere con identico parziale di 25 a 22 anche il terzo set tra cori da stadio e applausi.
Nel quarto set le nostre avversarie si ripresentano ancora incredule, mentre l’Under 16 Blu torna in campo più agguerrita che mai: buono il gioco espresso dalle nostre ragazze, che ci regalano alcune giocate davvero pregevoli. Le atlete di Pugliese affinano le armi, e guadagnano alcuni punti di vantaggio, volgendo a proprio favore gli scambi più lunghi, con spettacolari recuperi in difesa, attacchi insidiosi e 2 muri punto (Cecchi e Mariotti). La squadra ci crede e si vede: è il tecnico avversario a chiamare il primo tempo sul 14 a 10 per noi, ma la musica non cambia. Sul 17 a 12 entrano Argenti e Ciabilli per Ricciarelli e Mariotti, che tornano in campo sul 21 a 15 per noi. Ancora un tempo chiamato sul 21 a 16, ma la Rinascita resta inchiodata a 17 e l’Olimpia va a vincere con una fantastica prestazione corale anche l’ultimo set per 25 a 17.
Complimenti al duo Pugliese-Volpini e a tutte le nostre atlete, che sono cresciute nel corso dell’intero match e grazie ad un ottimo lavoro di squadra si sono portate a casa una bella vittoria, che le pone saldamente al terzo posto in classifica. Palma d’oro dell’instant replay assegnata dai tifosi ad una incredibile schiacciata piedi a terra (croce dei tecnici!!) di Argenti, che su difficile alzata fuori dal campo e a filo rete in zona 4 piazza una incredibile diagonale stretta che lascia di stucco le nostre avversarie e mette pericolosamente a rischio le coronarie di tutti i genitori festanti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.