U16F Fipav: G.S.Olimpia Po.Li.Ri. – Speedy Market Bacci 3/2

 

Parziali: 25-22, 19-25, 15-25, 27-25, 15-09.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Calbi S. (K) (8), Meoni M. (13), Tonno G., Bertelli A. (9), Modica V. (24), Losso A., Giusti B. (2), Filippini E. (2), Di Cencio C. (5), Sacco F. (1), Forte M. (L), Taccetti S. (L).

1°All.: Mitti.

2°All.: Rafanelli.

 

Partita incredibile, a volte con la mente altrove, inevitabilmente.
Innanzitutto mi unisco al cordoglio di allenatori, dirigenti, atleti e società tutta per la prematura scomparsa del padre della nostra atleta Martina Meoni. Dopo il doveroso minuto di silenzio, viene dato il via alle ostilità.
Partenza con Sacco opposta a Giusti, Modica e Filippini di banda, Di Cencio e Bertelli al centro, il libero è Forte. Pochi errori in battuta, ottima ricezione, soprattutto del nostro libero in forma smagliante. A metà set entra Meoni al posto di una, fino ad allora, spenta Filippini. La partita cambia, super rimonta da parte delle nostre atlete. Meoni da ampio sfogo alla potenza del suo braccio, sia in battuta che in attacco. Si prende anche la libertà di andare a raddoppiare a muro sulla centrale, arrivando anche a fare un punto. Finisce 25 a 22 per la squadra di casa.
Nel secondo set si comincia come abbiamo finito il primo. Però caliamo, soprattutto in ricezione. Solo un punto diretto subito, ma è la precisione a darci fastidio. E, soprattutto, la centrale avversaria, una valchiria in confronto alle nostre Di Cencio e Bertelli. Passa sempre sopra al muro, a volte anche con potenza e velocità del braccio. La nostra difesa è in crisi. Entra nuovamente Filippini per Meoni, ma non cambia alcunché. Entra anche Losso per Giusti. Il set si conclude sul punteggio di 25 a 19 per le ospiti.
Nel terzo set succede l’impensabile. Partono Filippini di banda e Giusti d’opposto. La squadra non gira, siamo senza idee. Entra Tonno al posto di Sacco, ma la centrale avversaria fa quel che vuole. In attacco ne passano poche quando c’è lei davanti. Finisce 15 a 25.
Nel quarto set torna in campo Meoni al posto di Filippini, mentre l’universale Calbi va a posizionarsi d’opposto. Set allucinante. Le coronarie di tutti i sostenitori, soprattutto di chi è seduto in panchina, come me, sono messe a dura prova. Siamo sempre sotto, anche di sette punti, partita che sembra oramai archiviata. Ripeto: sembra. Quando entra Filippini al posto di Meoni in battuta cambia la partita. Non tanto per la qualità del gioco, quanto per la percentuale d’errore, soprattutto in un fondamentale come la battuta. La banda nuova entrata va in battuta sul 24 a 21 per le avversarie, in molte avrebbero sbagliato. Le continua imperterrita fino al 24 a 24, poi il centrale avversario sbatte violentemente a terra il pallone nel nostro campo, ma va in battuta. Fatto questo perdono la punta di diamante del loro attacco, mentre noi abbiamo Modica in prima linea. Tre attacchi ben piazzati, con la giusta potenza, della nostra giovanissima banda e partita allungata di un altro ulteriore set.
Il quinto set giro della formazione. Partono sempre Sacco opposta a Calbi, Filippini e Modica di banda, Di Cencio e Bertelli al centro. Libero Forte. Il Bacci non sembra nemmeno tornato in campo. Modica fa punto su punto, in attacco da zona quattro sembra inarrestabile, alla fine del set avrà messo a terra ben 7 palloni da quella posizione. Da segnalare anche due muri sulla centrale stangona. Di Cencio nella prima parte del set e Bertelli nella seconda, due foto incredibili che hanno sancito la fine della partita. Da segnalare anche un bel punto della centrale Di Cencio con una veloce dal centro, punto dedicato ai propri tifosi accorsi a vederla giocare.
Con questi due punti messi in saccoccia la nostra squadra supera il Santa Maria al Pignone in classifica, portandosi in sesta posizione. La vetta è lontana e sicuramente inarrivabile (mancando solamente una partita), però c’è la quasi matematica certezza (Euro Due permettendo) di poter giocare una Coppa Firenze Prato contro squadre del nostro livello.
Come detto “Euro Due permettendo”, difatti la capolista giocherà martedì in casa del Santa Maria al Pignone, salvo imprevisti dovrebbe vincere permettendoci di arrivare seste. Noi, invece, giocheremo mercoledì a Prato contro la quarta in classifica.
Quest’oggi avrei da nominare almeno tre o quattro ragazze per la prestazione sopra lo standard, ma presumo che nessuna di loro si offenda se nomino come migliore in campo solamente Martina Meoni. Dopo aver salutato per l’ultima volta suo padre nel pomeriggio si è presentata in palestra puntuale, giocando una delle migliori partite della sua seppur ancora breve carriera pallavolistica. Sei grande Marty!!!

 

Marco Rafanelli

 

Prossimo impegno: PVP Volley Project Ariete – G.S. Olimpia PO.LI.RI., mercoledì 18/01, 21:00.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.