Serie D: Invicta Tv9 – Olimpia Po.Li.Ri. 3/0

GS. Olimpia Po.Li.Ri.: Bertini 4, Benedetti, Facchini R. 6, Romano 5, Tassoni 1, Martelloni 5, Desirò, Intravaia 5, Strinati, Madiai 2, Becucci (L).

 

Parziali: 25/19, 25/12, 25/15

 

Brutta sconfitta per l’Olimpia, che esce battuta dall’incontro di Grosseto con l’Invicta Tv9, attualmente al terzo posto della graduatoria. Primo set che vede in campo Benedetti in palleggio con Intravaia opposto, Bertini e Tassoni centrali, Martelloni e Facchini R. in banda, Becucci libero; inizio in salita per i nostri, che vanno subito sotto 8 a 2, e non riescono a mettere in difficoltà gli avversari. Sul 18 a 9 l’Olimpia approfitta però di un passaggio a vuoto dei padroni di casa e piazza un parziale di 5 a 0 che sembra poter riaprire il set: si tratta però di una reazione episodica, perché la squadra maremmana riprende in mano le redini del gioco e dopo che Becucci ha mandato in campo Romano per Facchini e Desirò per Benedetti, chiude la frazione a suo favore 25 a 19. Confermato il sestetto che ha chiuso il primo set, la seconda frazione si apre ancora all’inseguimento per i nostri, sotto 10 a 4 e ancora 13 a 5: entrano via via Madiai per Tassoni, Facchini R. per Intravaia e Strinati per Bertini, ma la musica non cambia e il divario tra le due squadre si amplia, fino al conclusivo 25 a 12. La terza frazione vede di nuovo Benedetti in palleggio con Facchini R. in diagonale, Bertini e Madiai al centro, Martelloni e Romano in attacco; il set sembra partire meglio per i nostri ragazzi, che si portano avanti per la prima volta nel match fino all’11 – 7: poi la luce si spegne e i locali mettono a segno un imbarazzante parziale di 10 a 0 (che alla fine risulterà complessivamente di 18 a 4). Nonostante qualche cambio effettuato da Becucci nel tentativo di invertire l’inerzia del gioco (Intravaia per Martelloni, poi rientrato, e Strinati per Bertini), il set si chiude 25 a 15 per i padroni di casa.
Le condizioni fisiche non ottimali di qualche elemento non bastano a giustificare una sconfitta che, come ormai avviene con una certa regolarità contro le squadre di alta classifica, ha visto i nostri ragazzi arrendersi con troppa facilità ad avversari sicuramente forti e ben organizzati, ma non certo irresistibili: in queste occasioni occorrerebbe giocare con più tranquillità e con quel pizzico di spavalderia che dovrebbe caratterizzare l’atteggiamento di chi sa di non avere nulla da perdere. La squadra invece non ha messo in campo la cattiveria agonistica necessaria, è apparsa quasi in soggezione di fronte agli avversari, andando a infrangersi contro il loro muro con impressionante regolarità, senza riuscire a trovare soluzioni offensive in grado di creare qualche affanno ai rivali: bisognerà insomma cercare di modificare l’atteggiamento in queste situazioni, cercando sempre di vendere cara la pelle contro qualunque avversario. Adesso arriva una serie di partite nelle quali è d’obbligo fare punti: affrontarle con il giusto spirito sarà assolutamente indispensabile; prossimo impegno casalingo con il Cus Pisa, sabato 22.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.