OPEN A2F Uisp: Punto Sport Volley – Olimpia PoLiRi 2/3

Parziali: 25-23; 25-14; 17-25; 19-25; 8-15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Di Filippo E. (K), Costa E., Di Cencio C., Di Filippo I., Falletta C., Filippini E., Giannini A., Losso A., Savoi S., Bertelli A. (L)

1°All.: Pillori G.

2°All.: Rafanelli M.

Punto Sport Volley: D’Annunzio L. (K), Papucci I., Buricchi D., Sordelli S., Pizzuti V., Meoni F., Giannetti A., Piccini E., La Notte F., Matracia L., Cappellini S. (L).

Arbitro: Pelacani G.

 

Una vittoria di cuore, una squadra come poche altre volte è capitato di vedere, un’intensità pazzesca nonostante la molta sfortuna che ha colpito le giocatrici di mister Pillori e mister Rafanelli. Prive della capitana Placidi, colta da malesseri influenzali durante il pomeriggio, e dell’altro centrale Pariani per problemi burocratici, le ragazze di mister Pillori riescono comunque a prendere 2 punti contro una squadra che aveva vinto le tre partite precedenti con tre nettissimi 3 a 0.
Inizio con Costa in palleggio, opposta Di Filippo (Elena), Filippini e Falletta sono le bande, Di Cencio e Giannini ricoprono, per l’assoluta emergenza creatisi, il ruolo di centrale. Bertelli è il libero. Inizio tranquillo, le ospiti riescono a prendere sempre un leggero margine di vantaggio, ma lo perdono costantemente sbagliando troppo nei momenti cruciali del parziale. Finale al cardiopalma che regala il primo set alle padrone di casa.
Nel secondo set subentra la giovane Di Filippo (Ilaria) a una spenta Falletta, in attacco, suo fondamentale migliore, non ha inciso come altre volte. A metà entra Savoi per Costa. Non cambia niente. Le azzurre fiorentine sembrano essersi spente. Finisce 25 a 14, preludio di una fine imminente.
Nel terzo parziale rimane in campo Savoi, opposta Losso, la “vecchia” Di Filippo e Falletta sono le bande, mentre le centrali e il libero sono sempre le medesime. Inizio stentato delle ospiti. A metà entra Costa per una spenta Savoi. Complici anche i molti errori delle padrone di casa le azzurre del capoluogo riescono a prendere un notevole vantaggio, con determinazione, lasciano le briciole alla compagine nera di Poggio a Caiano.
Nel quarto parziale rimangono in campo le medesime, con Costa in cabina di regia. A metà Losso si infortuna alla caviglia destra ed è costretta ad uscire per Filippini. Con Falletta che ritrova la sua consueta incisività, Di Filippo e Filippini che sfruttano la loro notevole fisicità e potenza, nulla possono le padrone di casa. Tanto cuore e tanta squadra in questo finale di partita.
Nel quinto giocano le medesime sette giocatrici, nessun cambio per mister Pillori. Un monologo azzurro, padrone di casa semplicemente annientate dallo strapotere, sorto troppo tardi, delle atlete dell’Olimpia PO.LI.RI.
Onore al merito, senza ombra di dubbio, alle due centrali ritrovate Chiara Di Cencio e Agnese Giannini. La prima ha giocato una partita monumentale, soprattutto in attacco, davanti o dietro la palleggiatrice, tirando in zona 1 o in zona 5, difficilmente veniva difesa. La seconda ha dimostrato di essere un jolly quanto mai utile alla squadra sia in UISP che in FIPAV, incredibile la duttilità della numero 46, che ha anche il pregio di non perdersi mai d’animo e incitare e sostenere sempre le compagne, in qualunque situazione. FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.