OPEN A2F Uisp: Olimpia PoLiRi – Olympia Certaldo 2/3

Parziali: 16-25; 25-17; 21-25; 25-23; 8-15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Placidi M. (K), Delli Navelli S., Savoi S., Di cencio C., Masi C., Spataro B., Pariani D., Falletta C., Di Filippo I., Bertelli A. (L).

1°All.: Pillori G.

2°All.: Rafanelli M.

Olympia Certaldo: Trucchia I. (K), Mazzarrini V., Verdiani C., Cucchiara A., Braccini A., Fiaschi S., Ciampolini E., Morelli M., Giovannini G., Fedeli L. (L).

1°All.: Seravelli P.

Arb.: Diligenza A.

 

Terzo 3 a 2 di fila nel campionato OPEN A2F per la squadra allenata da Pillori e Rafanelli. Un 3 a 2 che lascia molte buone notizie e alcune buone conferme.
Inizio con Delli Navelli in palleggio, opposta Pariani, Placidi e Di Cencio sono le centrali, Masi e Falletta le bande ricevitrici e Bertelli unico libero. Troppi errori da parte delle atlete azzurre, soprattutto in fase di ricostruzione. Un grande break in battuta da parte di Fiaschi permette alle ospiti di prendere un notevole vantaggio per chiudere in scioltezza il primo parziale.
Nel secondo subentrano Savoi per Delli Navelli, Spataro e Di Filippo per Masi e Falletta. Un’altra squadra, qualche errore iniziale per Savoi che però ingrana alzando bene anche ai centrali. Di Filippo gestisce bene le ricezioni, riuscendo a mettere in difficoltà le avversarie anche in attacco. Buon parziale, con la giusta intensità.
Nel set successivo subentra Falletta a Pariani come opposto. Le ospiti non ci stanno e iniziano a raccattare ogni pallone, non cade più niente. Il muro delle verdi si alza e anche Spataro inizia a passare con maggiore difficoltà. Nonostante questo, però, riesce a spararne una nei tre metri alla velocità della luce. Solito break da parte delle ospiti, questa volta da parte della capitana Trucchia, a permettere il sorpasso e la vittoria finale alle giocatrici in maglia verde.
Nel quarto Masi preleva Di Filippo per cercare di migliorare la linea difensiva. E così è. La numero 11, oltre a far cadere poco dalle proprie parti, dà maggior vigore, una grinta ritrovata da parte di tutte le atlete in maglia azzurra. Nonostante l’ottima compagine ospite raccattasse da terra qualunque cosa, qualunque attacco, le padrone di casa hanno gestito bene i palloni, soprattutto le due centrali, pochi errori e molta efficacia.
Nel quinto e ultimo set, purtroppo, la palleggiatrice Savoi ha sentito e accusato troppo la stanchezza, soprattutto mentale, di questi ultimi tre parziali. Finisce con un 15 a 8 che non rende piena giustizia ai valori messi in campo dalle atlete azzurre.
Sicuramente ottima la prestazione della più giovane della squadra, Ilaria Di Filippo, probabilmente la migliore in linea di ricezione, ancora piuttosto ferma sulle gambe, molto timida e spesso insicura, ma i miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti. Gran prestazione. Buona anche la prova della palleggiatrice Sara Savoi nonostante due errori all’inizio del secondo e del terzo set, non sbaglia più niente fino al quinto parziale. Scarsa tenuta mentale, ma anche per lei, che ha iniziato a fare la palleggiatrice due mesi fa, incredibili miglioramenti.
FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.