DM: Olimpia PoLiRi vs Pallavolo Saiuz Amiata 3/1

Parziali: 18-25; 25-22; 25-15; 25-18.

 

Olimpia Po.Li.Ri.: Desirò Guido (K) #13, Allighieri Lorenzo #3, Strinati Cristiano #8, Geppi Alessandro #11, Merlini Marco #14, Basagni Lorenzo #18, Donati Lorenzo #21, Mazzotta Sebastiano #23, Caputo Fabrizio #24, Madiai Gianluca #90, Milanese Maurizio (L) #58.

Pallavolo Saiuz Amiata: Flori T. (K) #4, Agnelli L. #2, Battisti S. #25, Bechini N. #27, Borselli D. #21, Buoni G. #23, Contorni F. #13, Magini C. #8, Mariani L. #7, Romagnoli S. #5, Santelli A. #14, Santoni R. (L) #9.

 

Dopo una settimana di stop, dove la squadra di Crisanaz e Caini ha potuto sì rilassarsi, ma anche preparare al meglio la partita della 5° giornata del girone di ritorno contro la diretta avversaria per aggiudicarsi posizioni PlayOff: la Pallavolo Saiuz Amiata, quarta in classifica a +3 (29 punti) dai nostri ragazzi. Ore 18:00, fischio d’inizio. Grande affluenza di pubblico stasera al PalaMattioli: molti i tifosi venuti a sostenere Desirò e compagni. La formazione iniziale vede in campo Desirò in regia e Mazzotta in diagonale, Donati e Geppi di posto 4 e infine al centro Basagni e Madiai con Milanese libero. Partenza contratta per i padroni di casa. La ricezione non ingrana, costringendo ad un gioco scontato e leggibile per gli avversari, capaci a muro e in difesa. I nostri non entrano in partita, e complici tanti, troppi errori in battuta, il set si conclude in favore degli avversari 18-25. Sestetto quasi invariato per questo secondo set, con la sola sostituzione di Geppi in favore di Merlini, ma con partenza del palleggiatore in posto 3: mister Crisanaz prova mescolare le carte e confondere gli avversari. Ecco la svolta: Milanese riesce a dirigere al meglio la fase di ricezione, e l’attacco diventa incisivo, ma l’Amiata non si arrende: giocatori d’esperienza in banda mettono in serie difficoltà il nostro muro, che subisce molti mani e fuori, conditi ancora da qualche errore di troppo al servizio. Un muro più presente ed efficace lo troviamo con Caputo che subentra sul 9-10 a Madiai. Altro cambio sul 19-18: entra in zona 1 Allighieri per Desirò. Crisanaz vuole sfruttare la forza bruta del nostro numero 3, visto anche il doppio errore in battuta di capitan Desirò. Allighieri salta e forza, ma la palla s’infrange sul nastro; anche una successiva doppia non fa brillare il suo ingresso in campo, ma l’allenatore vuole dargli fiducia, lasciandolo a capo della regia. Fiducia ripagata con un gioco fluido e imprevedibile che manda nei pazzi il muro avversario. Lotta alla pari, ma che vede vittoriosi i blugigliati per 25-22. Terzo set: stessi giocatori, stessa storia. I nostri ragazzi ormai sono in partita e riescono a contrastare ogni tentativo degli Amiatini di fare punto. Un muro più presente e solido inibisce l’attacco avversario, ma sopratutto le splendide difese del nostro libero Milanese fanno bissare ogni speranza che la palla cada in favore degli ospiti, che subiscono inoltre i contrattacchi di Merlini e Donati e le cannonate di Caputo da posto 3! La Saiuz si arrende e l’Olimpia vince per 25-15. Nel quarto parziale viene schierata la stessa formazione che ha concluso il precedente. Anche questo set vede i nostri sempre in tiro e concentrati, per non deludere i propri tifosi accorsi in massa al PalaMattioli. Basagni, recuperato in extremis da un piccolo stiramento alla coscia destra, non si fa certo sfuggire l’occasione: mette a segno 7 muroni granitici agghiaccianti, con conseguente esultanza verso la curva Olimpia, che lo acclama come un eroe, esaltando non poco il nostro centrale di punta. Il palazzetto ormai è una bolgia e l’Olimpia conduce il finale di partita sull’onda dell’entusiasmo, che s’infrange sugli ospiti, chiudendo il match con il punteggio di 25-18 tra urla di gioia e trombette di ogni genere. Grande festa degli allenatori e dei giocatori, che ringraziano di cuore il pubblico presente sugli spalti con un grande applauso. Anche questa volta dobbiamo menzionare l’atleta Leoncini Matteo, ma purtroppo non per meriti sportivi o accademici: a causa di un incidente in moto, per colpa di alcuni detriti sulla strada, si è rotto scapola e clavicola. Questo infortunio lo terrà lontano per un po’ dai campi da gioco, ma siamo sicuri che tornerà con più grinta di prima. “Oggi abbiamo giocato e lottato anche per lui. Leonc, noi tifiamo per te e non vediamo l’ora di riaverti in palestra!”. Questa è una S-Q-U-A-D-R-A! Adesso l’Olimpia Po.Li.Ri. è a 29 punti, insieme a Savinese e Pallavolo Saiuz Amiata. Prossimo impegno una lunga e tarda trasferta: Pallavolo Casentino ore 21:00 in quel di Stia. Forza Olimpia!

B&G

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.