DM: Olimpia Poliri – Robur 1908 Scandicci-Ruini 3/0

dmParziali: 25-16, 25-23, 25-19.

Arbitro: Piazzola Salvatore.

Olimpia PoLiRi: Niglio, Basagni, Merlini, Bussotti, Mazzotta, Desirò, Milanese (L1), Trisolini (L2), Crema, Geppi (K), Lelli, Lorenzini, Manzoni. All. Martelloni, 2°All. Controne.

FIRENZE – Va di scena la partita degli ex per i blu gigliati, che contro la Robur Scandicci, vede tanti volti noti: dalla panchina con gli allenatori Carlo Becucci e Donatalla Frilli, fino in campo dove si ritrovano Becucci, Tassoni, Gori, Petrioli, Onerati e Dallai. Una partita molto intensa ma che vede una partenza un po’ sottotono dei blu gigliati, che sbagliano tanto in battuta e subiscono in ricezione. Ma la concentrazione viene subito ripresa, e per gli avversari non c’è scampo: 25-16. Il secondo set vede la partenza dello stesso sestetto, solo a centrali invertiti. A metà del parziale c’è spazio per il doppio cambio: Lelli per Desirò e Lorenzini per Merlini. I nostri faticano un po’ in attacco, e Lorenzini di seconda linea deve prendere la mano, così mister Martelloni è costretto a far rientrare Desirò. La Ruini prende un po di vantaggio e l’Olimpia è costretto al recupero. Tutto questo fino al 23-23, per poi chiudere sul 25-23 proprio su un errore dello Scandicci. Il terzo parziale vede il sestetto iniziale cambiato: subentra capitan Geppi per Bussotti, Lorenzini per Niglio e Crema per Basagni. I locali ormai sono padroni del campo: l’ottima ricezione permette a Desirò di gestire il gioco a proprio piacimento; anche la buona prestazione a muro dei centrali lascia poca da fare agli ospiti, costretti addirittura a rigirare il proprio palleggiatore come opposto. Altro ingresso in casa Olimpia (Manzoni al posto di Mazzotta) e la pratica Scandicci-Ruini si chiude 25-17. Prossimo appuntamento ad Abbadia San Salvatore contro la Saiuz Amiata, sabato alle ore 18.

Rispondi