DM: L’Olimpia PoLiRi conquista 3 punti fondamentali per la rincorsa alla zona playoff.

Olimpia PoLiRi – Tet Wifast La Bulletta 3/1

DMParziali: 25/15 23/25 25/18 25/17.

Arbitro: Latini Giacomo.

Olimpia Poliri: Baldanzi Giovanni, Baldanzi Lapo, Boncompagni, Carnevali, Crema, Desirò (K), Intravaia, Lelli, Merlini, Milanese (L), Onerati, Pino, Trisolini (L). All: Mitti. 2°All: Ponzalli.

Firenze – L’imperativo per Desirò e compagni era vincere di 3 punti, per accorciare le distanze dalla Sales quinta in classifica e prossima avversaria dell’Olimpia PoLiRi. I ragazzi di mister Mitti ci riescono, non senza difficoltà contro una squadra esperta come La Bulletta.

Partenza con Desirò e Baldanzi in diagonale, Carnevali e Boncompagni di posto 4, Crema e Intravaia al centro. Milanese libero. Formazione che rimarrà pressochè invariata per l’intera durata del match, salvo l’ingresso di Merlini nel terzo parziale e Baldanzi Giovanni nei giri dietro. La Bulletta inquadra subito il proprio obiettivo per la battuta: Boncompagni viene messo sotto pressione ma non cala nel fondamentale d’attacco. Baldanzi Lapo non ingrana la marcia giusta ma ci pensa il muro a creare il gap decisivo. La Bulletta non trova soluzioni d’attacco efficaci e l’Olimpia si aggiudica agevolmente il parziale per 25/15.

Soliti protagonisti nel secondo set. La Bulletta, con qualche assestamento tattico, riesce, con il palleggiatore sugli scudi, a mantenersi in scia all’Olimpia e il parziale scorre con break e contro break fino al 20/20. Il “solito” finale di set dell’Olimpia però vanifica quanto fatto di buono fino ad allora: battute sbagliate, appoggi completamente fuori misura e ricezione sprecisa portano gli ospiti nella condizione di poter chiudere e portarsi in parità.

Mister Mitti striglia i propri ragazzi e il rientro in campo dell’Olimpia finalmente è quello giusto. Entra Merlini per Boncompagni, confermati gli altri. Desirò e compagni ricominciano a giocare come nel primo parziale e con portandosi rapidamente in vantaggio fanno proprio il set con Baldanzi Lapo e Intravaia infermabili dal muro difesa ospite.

Il quarto set è la fotocopia del precedente: ancora l’Olimpia a dominare le prime fasi e portarsi in vantaggio (12-5) e amministrare. Con il 25/17 finale i fiorentini tornano così alla vittoria.

3 punti importantissimi, con il divario dalla quinta in classifica ridotto a soli 5 punti con lo scontro diretto alle porte. La prima finale vinta, di una lunga serie che aspetta l’Olimpia nel proseguo del campionato. Solo con questo spirito Desirò e compagni possono continuare a sognare, senza dimenticare che ogni avversario che incontreranno avrà il medesimo obiettivo e gli stessi stimoli.

Forza Ragazzi! Continuiamo a sognare!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.