DF: Valdarninsieme – Olimpia POLIRI 1/3

Parziali: 12-25; 25-16; 23-25; 27-29.

Arbitro: De Nigris R.

Valdarninsieme: Vasta C. (K), Ambrosi A., Becattini E., Cancialli E., Cerro V., Fazzini A., Franciolini L., Meli I., Poggesi C., Vasai V., Zatini M., Giani C. (L). All. Pieri C. 2° All. Martellini L.

Olimpia PoLiRi: Orsini J. (K), Aterini I., Banchieri A., Danti S., Luddi S., Margheri S., Matteoli I., Montagni A., Radicioni A., Barsotti L. (L), Moretti R (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.

Figline Valdarno – Una prestazione da SQUADRA (volutamente scritta completamente maiuscola) quella offerta dalle atlete di Mugnaini e Rafanelli. Una prestazione che ha permesso a Orsini e compagne di avere la meglio dell’ottima compagine allenata da Pieri e Martellini. Salvo i primi due parziali, giocati alternativamente dalle due squadre, negli ultimi due è stata mostrata una pallavolo di altissimo livello, ad alta intensità tecnica, tattica e agonistica.
Nel primo parziale inizia Orsini in palleggio, opposta Rendo, Luddi e Montagni di banda, Danti e Aterini al centro con Moretti libero. Pieri e Martellini rispondono con Poggesi in cabina di regia, opposta Zatini, Vasta e Cerro di banda, Meli e Fazzini al centro con Giani libero. Le padrone di casa subiscono l’impeto delle fiorentine che fanno proprio il primo parziale senza troppi patemi. Pieri cerca di cambiare ritmo al parziale inserendo anche Vasai per Poggesi e Franciolini per Zatini, tipico doppio cambio, ma nulla accade di nuovo. Il secondo parziale è una fotocopia del primo, ma a parti invertite. Le ospiti sembrano essersi adagiate sul primo parziale vinto con facilità, smettendo così di ricevere e difendere. Radicioni subentra a Rendo per migliorare il primo tocco, ma non succede alcunché. Il vantaggio preso dalle padrone di casa è abissale e rimane tale, riportando così il punteggio in parità.
Per le padrone di casa rimane in campo Cancialli al posto di Cerro. Le fiorentine rispondono ancora con Radicioni come opposta al posto di Rendo. L’inizio del parziale lascia presumere una dominazione ospite, ma non c’è niente di più sbagliato. Le padrone di casa mostrano buone battute, mettendo in costante difficoltà la ricezione ospite. D’altro canto, quando Orsini riesce a innescare a dovere le proprie attaccanti può poco la difesa del Valdarno. Ed è proprio la collaudata coppia Orsini – Luddi a mettere il punto esclamativo al set, riuscendo a non far allontare troppo le padrone di casa per poi piazzare la zampata giusta per arrivare al venticinquesimo punto.
Il quarto rischia di essere una fotocopia del secondo. Le padrone di casa rimangono sempre davanti. Zatini da posto 2 fa la parte del leone, sbombardando senza remore in parallela, partendo dai 9 metri arrivando fino ai 4, sempre più forte. Luddi e Aterini rispondono alla solita maniera. Torna in campo Rendo per migliorare la fase d’attacco. Un parziale lungo e faticoso, nessuna delle due squadre riesce mai a prevalere nettamente sull’altra. Attacchi forti, attacchi piazzati, difese oltre ogni limite. Alla fine è prevalsa la compagine che ha avuto a disposizione maggiore disponibilità in zona realizzativa, maggiori numeri per gran parte del match. Come il sabato precedente l’ultimo punto, realizzato da Luddi, è una liberazione per le azzurre fiorentine.
Una liberazione che permette a Orsini e compagne di rimanere saldamente in testa alla classifica. Intanto PrimaQ di Becucci vince in trasferta sul campo del Volley Art con un sonoro 3 a 0 e rimane a 9 punti di distanza. Arnopolis vince con un netto 3/0 in casa contro il Fiesolevolleyoutback, mentre Piandiscò soffre ma conquista il bottino pieno contro La Bulletta.
La squadra di Mugnaini e Rafanelli si gode questa striscia di 12 vittorie consecutive e questo momentaneo +7 sulla seconda in classifica, con una sola partita alla fine del girone d’andata. La prossima settimana sarà Casentino Volley ad arrivare al PalaRosai cercando di mettere i bastoni tra le ruote alla capolista. Casentino che, dopo 5 partite iniziali molto faticose, sembra essersi ripreso raggiungendo quota 15 punti, andando a vincere le ultime tre partite contro San Gimignano, Volley Art e Pignone. Sicuramente è una partita che potrebbe nascondere insidie notevoli per Orsini e compagne.

Marco Rafanelli

Rispondi