DF: La Bulletta – Olimpia POLIRI 0/3

Parziali: 21-25; 11-25; 12-25.

Arbitro: Ferrandi F.

La Bulletta: Pucci C. (K), Doda E., Landi G., Leone E., Maggi O., Monciatti E., Pittolo V., Rosini C., Savelli V., Comacchio L. (L), Katrini A. (L). All. Della Giovampaolo S. 2° All. Dragoni R.

Olimpia PoLiRi: Orsini J. (K), Aterini I., Azzini A., Danti S., Galletti L., Luddi S., Matteoli I., Mattii E., Montagni A., Radicioni A., Rendo A., Barsotti L. (L), Moretti R (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.

Castelnuovo Berardenga (SI) – Un campo che presenta possibili difficoltà, una compagine, la Bulletta, sesta forza del campionato, che mette in difficoltà chiunque gli si pari davanti. Questa è l’atmosfera della vigilia di questa trasferta domenicale in terra senese.

Per le ospiti inizia la capitana Orsini in palleggio, opposta Radicioni, Luddi e Montagni di banda, Danti e Aterini al centro con Moretti libero. Della Giovampaola e Dragoni rispondono con Pittolo in palleggio, Maggi opposta, Landi e Doda di banda, Pucci e Rosini al centro con Comacchio e Katrini ad alternarsi come libero, la prima in difesa, la seconda in ricezione. Le padrone di casa mostrano subito ciò che di buono sanno fare. Pucci dal centro e Doda di banda mettono sempre in apprensione la difesa ospite. Doda colpisce anche dalla zona di battuta, pochi punti diretti, ma sempre in affanno il terzetto composto da Luddi Montagni e Moretti. Però alla lunga la Squadra viene fuori. Il terzetto di ricezione inizia a prendere le misure, Aterini e Radicioni colpiscono e fanno molto male, coadiuvate da Danti. La ricezione di casa inizia a traballare sui colpi di Aterini. Per La Bulletta entra Leone al posto di Maggi per le tre rotazioni in seconda linea. Orsini e compagne, però, hanno trovato il proprio ritmo e riescono a far proprio il primo parziale. Tutto lascia presagire una bella partita, combattuta. Ma non sarà così.

Dal secondo set le padrone di casa iniziano a sbagliare molto, mentre le fiorentine girano come sanno fare. Dopo un primo set di appannamento totale anche Luddi e Montagni iniziano a ingranare in fase di attacco. La più giovane riesce anche a giocare d’astuzia, dimostrando di riuscire a fare bene se usa il cervello. L’alto muro di casa non riesce a fermare gli attacchi ospiti. Nel terzo parziale sono le battute di Orsini a mettere il punto decisivo al set, da 10 pari fino al 20-10 in favore delle ospiti. Non c’è più storia.

La compagine allenata da Mugnaini e Rafanelli ha dato una bella prova di forza su un campo ostico, in una giornata che ha visto rispettati tutti i pronostici. Piandiscò regola 3 a 0 in casa San Gimignano, stessa sorte che Arnopolis ha riservato alla già retrocessa Teamvolley. PrimaQ vince 3 a 1 sul campo del Santa Maria al Pignone. Risultato eccezionale, invece, quello che vede Fiesole prendere un punto sul difficile campo del Valdarninsieme.

Questa giornata chiude definitiviamente il discorso play-off. Tegoleto, grazie alla vittoria interna su Volley Art, supera La Bulletta al sesto posto, però sono 13 i punti che la separano dal Valdarninsieme quinto, matematicamente certo della partecipazione alla post-season. Le distanze tra le prime quattro squadre rimangono, come già detto, invariate. In coda la situazione diventa molto critica per Santa Maria al Pignone, distante 10 punti dalla zona salvezza. Fiesole cerca di risalire, ma Casentino non molla vincendo in casa 3 a 2 sul Borgo. Sono 6 i punti che dividono le fiesolane dalla zona salvezza. Anche San Gimignano ancora non è sicuro, avendo solamente 1 punto in più di Casentino. Matematica salvezza, invece, per Borgo, La Bulletta e Tegoleto.

La prossima settimana vedrà tre intense sfide che potrebbero segnare inevitabilmente il discorso promozione e play-off. L’Olimpia POLIRI ospita Tegoleto, PrimaQ ospita Arnopolis, il tutto mentre Piandiscò va a far visita a quella che probabilmente è la squadra più in forma del momento: Fiesolevolleyoutback.

Marco Rafanelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.