DF: Bianchi Dino Pescia Volleyball – Olimpia PoLiRi: 2-3

Parziali: 17-25; 20-25; 25-23; 25-17; 13-15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Raugei (K), Amante, Azzini, Banchieri, Belardi, Chieca, Danti, Lippi, Margheri, Pintaldi, Ricci, Vannini.

1°All.: Becucci Cosimo.

2°All.: Massi Mirko.

 

Molti di voi avranno già letto il suggestivo post di Mauro Berruto sui tanti aspetti “sovversivi” della pallavolo: il predominio del gioco di squadra sull’iniziativa individuale, l’azzeramento del punteggio ad ogni set, il rispetto dei ruoli, il continuo sostegno fra gli atleti e tanto altro ancora (vedi: www.mauroberruto.com/2014/01/cari-genitori/). E proprio sull’onda di questo bel condensato di considerazioni per certi versi sorprendenti, il match di sabato scorso a Pescia è parso riassumerle quasi impeccabilmente: un incontro in grado di disorientare chiunque, vinto in rimonta al tie-break dopo aver dominato il primo set, giocato bene il secondo, buttato via il terzo e perso malamente il quarto. Nel quinto parziale si è trattato di ricominciare tutto da capo, di recuperare concentrazione ed energie per fermare un avversario in grande spolvero, in un ambiente reso elettrico dalla tifoseria di casa. Col senno di poi si potrebbe recriminare che, con un minimo di attenzione in più, la partita si sarebbe potuta chiudere sul tre a zero risparmiandoci tutto questo. Ma forse ci ha penalizzato, nel terzo set, un altro aspetto decisamente “sovversivo” del volley (e di tutte le discipline in cui l’allenatore dispone di una “panchina”): la possibilità di essere chiamati in causa in qualsiasi momento, senza avere il tempo di scaldarsi o di pensare. La vita, oltre allo sport, ci dice che in questi casi bisognerebbe essere capaci di reagire d’istinto, senza esitazioni, avendo in mente solo il risultato. Di certo non è facile, ma nessuno ha detto che debba esserlo. Così come non sarà facile, sabato prossimo, l’incontro in casa con il San Giusto. Per uscirne in bellezza basterà essere sovversivi fino in fondo e sovvertire così anche il pronostico! FORZA OLIMPIA!!!

 

Ugo Ricci

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.