DF: APD San Gimignano – Olimpia POLIRI 1/3

Parziali: 25-20; 13-25; 19-25; 21-25.

Arbitro: Piazzolla S.

APD San Gimignano: Fanciullini D. (K), Antognoni F., Bagnai A., Bani G., Baroni S., Brogi L., Cantini L., Lucii A., Malcuori A., Nazzi A., Paoli E., Bernardeschi A. (L), Giuggioli A. (L).

Olimpia PoLiRi: Orsini J. (K), Aterini I., Azzini A., Danti S., Luddi S., Matteoli I., Mattii E., Montagni A., Radicioni A., Rendo A., Moretti R (L), Barsotti L. (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.

San Gimignano – La compagine allenata da Mugnaini e Rafanelli sa soffrire e far soffrire tifosi e staff. Un primo set lasciato totalmente alle padrone di casa, servito per prendere le misure della grossa palestra giallo-blu, per poi iniziare a macinare gioco e punti.
Questa volta tocca a Banchieri invocare il forfait e, insieme a Matteoli, sedersi in tribuna.
In campo inizia la capitana Orsini, opposta Rendo, Luddi e Montagni di banda, Danti e Mattii al centro con Moretti libero. Le padrone di casa rispondono con Brogi in cabina di regia, opposta Paoli, Fanciullini e Malcuori di banda, Bagnai e Nacci al centro con Bernardeschi libero. Le azzurre non riescono a giocare, asfissiate dalla calda tifoseria di casa, senza trovare punti di riferimento. Rendo e Luddi apparse sotto tono, con Orsini che non riesce ad innescare Danti nel migliore dei modi. La ricezione commette qualche errore di troppo. Per la prima volta nella stagione l’Olimpia si ritrova sotto nel punteggio: 1 a 0 per le padrone di casa senza poter nemmeno reclamare.
Ma sono questi i momenti in cui Orsini e compagne tirano fuori il meglio di loro stesse. Ogni singolo a disposizione della Squadra. Partono le solite sei in entrambe le compagini. Rendo inizia a tirare come sa fare, Luddi e Montagni (coadiuvate da Moretti) iniziano a crescere in fase di ricezione, Danti e Mattii sbagliano poco in attacco, migliorando la propria incisività. Per le padrone di casa entra Antognoni per Bagnai. Poi, in rapida successione, Lucii su Fanciullini e Baroni su Paoli. Ma non cambia niente. Le azzurre hanno trovato il proprio passo, inarrestabile come sempre. Un 25 a 13 che lascia pochi margini di dubbio, annichilendo anche la calda curva giallo-blu.
Nel terzo parziale torna in campo Brogi come palleggiatrice nelle file del San Gimignano, le altre 11 giocatrici sono le medesime che hanno finito il parziale precedente. Inizio spumeggiante per le ospiti che vanno subito sul 6 a 0 con le battute di Mattii. Per le padrone di casa torna in campo la capitana Fanciullini. Le azzurre continuano a sbagliare poco e fare punti. Torna in campo anche Paoli per Baroni come opposto per le padrone di casa. Serve a poco. In questo parziale sono i muri ad aver fatto la differenza Mattii e Danti ergono un muro invalicabile per le attaccanti di casa, finendo col sovrastarle con un netto 25 a 19.
Le solite 12 atlete partono anche nel quarto parziale. Oramai la partita ha poco da dire. Entra Aterini per Danti, seguita poi da Azzini per Montagni in battuta. Con relativa tranquillità le azzurre riescono a portarsi a casa anche il quarto parziale, vittoria, tre punti, primato in classifica in solitaria.
Quindici punti su cinque gare, è difficile ricordare una prima squadra dell’Olimpia che abbia avuto un inizio così incredibile. Le concomitanti sconfitte di Valdarninsieme e Tegoleto permettono ad Orsini e compagne di allungare sulla seconda in classifica. Piandiscò, vittoriosa proprio su Tegoleto, è lontana 3 punti, con un altro punto di ritardo troviamo PrimaQ, mentre Valdarninsieme e Tegoleto si sono fermate a 10 punti. In coda inizia già a delinearsi quella che sarà la lotta per la salvezza a 4. Casentino è ancora fermo a 0 punti, preceduto dalla coppia Santa Maria al Pignone / Fiesole a 1 punto e Teamvolley a 2. Ricordo che oggi, domenica 12 novembre, avrà luogo Teamvolley – S. Maria al Pignone che potrebbe dare buone indicazioni sulla stagione di queste due squadre.

Marco Rafanelli

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.