D2M: Pallavolo Saiuz Amiata – Olimpia PoLiRi 3/0

Parziali: 25-14, 25-19, 25-23.

 

 

Difficile esordio della nostra D2, sconfitta 3-0 dalla Saiuz Amiata di Piancastagnaio. I primi sei a scendere in campo sono Desirò in palleggio con Sassatelli opposto, Celentano e Geppi in banda, Strinati e Ballotti al centro, con Bellotto libero. Scesi in campo molto contratti, complice un soffito non molto alto, i nostri non riescono ad essere efficaci in ricezione e subiscono un secco 6 a 0 che condizionerà la prima frazione di gioco. Timida reazione che li porta al 14-6 per la squadra di casa che poi allunga e a nulla valgono gli ingressi di Caputo per Strinati, di Lorenzini per Geppi e di Magherini per Desirò. Il set si chiude a 25-14. Nel secondo periodo Zisa manda in campo la formazione che ha terminato il primo, cambiando la rotazione. I nostri riacquistano un pò di stabilità ed il set si presenta subito più equilibrato fino al 12-11 per i nostri quando, con un parziale di 5 a 0 durante il quale Desirò da il cambio a Magherini, gli avversari guadagnano il vantaggio che li porterà a chiudere il set sul 25-19. Il terzo set vede la formazione dell’inizio del secondo, però con Geppi al posto di Celentano. Nonostante un inizio più aggressivo ed equilibrato, l’Olimpia subisce una flessione che la porta fino al 13-7 per gli amiatini. Bella rezione dei nostri, nei quali nel frattempo Celetano entra al posto di Geppi, Strinati di Caputo e Desirò per Magherini, che li vede finalmente in vantaggio 20-18. La solidità e la maggiore esperienza della Saiuz prende però il sopravvento e si aggiudica il set per 25-23. Nonostante la sconfitta la prova dei nostri non si può dire negativa, dopo una partenza in salita hanno mostrato una buona reazione, ma dovranno lavorare sodo, soprattutto su difesa e ricezione. La Saiuz Amiata si è dimostrata una squadra ben costruita, un buon amalgama fra atleti giovani ed elementi di provata esperienza in categorie superiori, capace di lottare su ogni pallone. Da citare le assenze forzate di Madiai G, Milanese, Merlini e Ocokoljic che comunque non hanno pesato sulla sconfitta, se non per la minore possibilità di cambi a disposizione di Maurizio Zisa. FORZA OLIMPIA!!!

 

Maurizio Madiai

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.