Coppa U19M: Olimpia PoLiRi – Volley Prato 2/3

U19MParziali: 25/19 25/19 24/26 21/25 12/15

Arbitro: Gati’ Giacomo.

Olimpia Poliri: BALDANZI G., BALDANZI L., BIANCANI, BUSSOTTI, CARNEVALI, CREMA, LELLI (K), PINO, TRISOLINI (L). 1°All: Mitti. 2°All: Rafanelli.

Volley Prato: ANZILOTTI (L), AZZINI, CASELLI, CODA (K), DI CRISTO, GRALLO, GUIDI, LALISCIA, MARCHI, MAZZINGHI E., MAZZINGHI F., VANNINI. All: Novelli.

Firenze – Gara dai 2 volti quella andata in scena alla Palestra Vamba: l’Olimpia a farla da padrona i primi due set, il Volley Prato a reagire e recuperare lo svantaggio nei tre successivi.

Prato si presenta a Firenze senza alcune pedine importanti di quell’U19M che in un’ora aveva conquistato l’intera posta in palio domenica scorsa nel playoff. Giustamente mister Novelli sperimenta situazioni di gioco provate in allenamento e utilizza anche numerosi atleti U17 in previsione dei playoff in svolgimento. Mister Mitti come consuetudine può contare solo su pochi elementi e cerca di tenere caldi e sciogliere qualche dubbio riguardo quelli che hanno fin’ora avuto poco spazio nel campionato di Serie D.

Primi due set fotocopia: sostanziale parità fino al 15 per poi vedere l’Olimpia prendere il largo e chiudere i parziali a proprio favore. La squadra gira e alcune combinazioni di attacco rendono vita facile agli attaccanti Fiorentini.

Da lì in poi è un crescendo Prato e una lenta caduta Olimpia. Baldanzi Giovanni subentra a Carnevali, fermato da un piccolo problema ad una caviglia. Pino subentra a Biancani. La regia di Lelli continua ad essere corretta (lo sarà per l’intera durata dell’incontro) ma solo Baldanzi Lapo in attacco tiene a galla l’Olimpia. In un finale di set al cardiopalma, con anche un match point vanificato da un mani out pratese, l’incomprensione difensiva tra Bussotti e Trisolini regala al Volley Prato il parziale ai vantaggi.

Baldanzi Lapo inizia ad avere il fiato corto ma l’assenza di Onerati non permette il consueto avvicendamento. I centrali, poco serviti, si limitano al fondamentale del muro ma il problema sono i posti 4: la scarsa efficienza ed efficacia portano Lelli a doversi affidare sempre più frequentemente a Baldanzi Lapo che “fa quel che può”. Un break lungo ( 21/19 Olimpia -> 21/25 Prato ) chiude il set e apre le porte al quinto e ultimo set.

Tie break sulla falsariga dei 2 precedenti. Prato a fare da padrona, Olimpia a limitare l’offensiva ospite riuscendoci solo in parte. Ancora una volta il finale di set non regala soddisfazioni ai fiorentini che chiudono la gara con il bottino misero di 1 punto.

Bene Baldanzi Lapo, autore di 30 punti, e Trisolini. Da sottolineare anche la regia di Lelli, sempre più importante per questa squadra. Male l’atteggiamento remissivo di alcuni elementi della rosa che, invece di sfruttare l’occasione per dimostrare qualcosa allo staff tecnico e a loro stessi, spesso piombano nel baratro della svogliatezza e della ricerca dell’alibi. E questa non è assolutamente la strada corretta.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.