Comunicato stampa n°16 2017/2018 Olimpia Poliri-Firenze Volley

FIRENZE – Continua la marcia del Firenze Volley di Serie C maschile (Girone A) che trova l’ennesima vittoria anche in quel di Livorno, confermandosi corazzata da battere del proprio Ranking. Stessa sorte, anche se con difficoltà, per la Serie D femminile dell’Olimpia Poliri: il 2-3 vincente a casa della PrimaQ, seconda in classifica, la vetta è ancora salda a 47 punti contro i 40 dell’ultima avversaria di turno. Trova la vittoria anche la Serie D maschile dell’Olimpia Poliri, nel Girone A, che chiude sullo 0-3 la trasferta a Migliarino, e accorcia le distanze dalla terza piazza Pistoia. Per il Chianti Firenze Volley, è invece un brutto fine settimana: contro il Poggibonsi si guadagna solo un amaro punto, e il distacco dalla prima piazza si fa più lungo. Fortunatamente il secondo posto è al sicuro. Rinviata la gara del Firenze Volley di Serie D maschile (Gir.B), che contro l’Asinalonga dovrà vedersela il 10 di marzo alle ore 21. Ancora nulla per l’Under 20 del Firenze Volley, che in casa con l’UPC Volley, dà segni di lotta solo nel primo e secondo set, ma poi cede malamente nel finale. Prossimo incontro a Vaiano questo mercoledì, per l’ultima di campionato, poi giovedì si partirà subito con il campionato di prima divisione tra le mura amiche della Vamba e contro la Sestese.

Serie C Maschile Gir A

GS VVF Tomei Livorno – Firenze Volley 1-3

GS VVF TOMEI LIVORNO: Attanasio, Bacci (L1), Balsassari, Benedetti, Biagi, Grieco, Imbriolo, Macchia, Minuti, Montagni, Nelli (K), Puccinelli (L2), Wiegand. All. Dossena

FIRENZE VOLLEY: Bandinelli, Barbera, Catalano, Cena, Coletti, Corti, Cotroneo (L1), Di Benedetto, Gristina (K), Magnini, Onori, Prosperi Turri (L2), Salvini. All. Saccardi. Vice All. Mattioli

SET: 19/25, 21/25, 25/23, 10/25

ARBITRI: Gabrielli Maria Rosa, Fantoni Elena

LIVORNO – Prende il largo il Firenze Volley di serie C maschile e con il 3-1 sulla Tomei Livorno si porta a quota 45 punti in classifica, a 6 lunghezze dalla diretta inseguitrice. Match che vede i fiorentini altalenanti e che nel terzo set si fanno sorprendere dai padroni di casa, per poi chiudere in modo schiacciante nel quarto parziale. Si parte subito bene per i biancorossi. La Tomei è costretta ad inseguire sin dalle prime battute anche se non lascia troppo distacco agli ospiti. Il Firenze Volley però aumenta il ritmo sul finale e chiude per 19-25. Secondo parziale molto simile al primo, ma con i padroni di casa che non si lasciano più sorprendere. Il ritmo di gara aumenta ma Gristina e i suoi hanno più grinta e anche il secondo parziale si chiude come simile al primo: 21-25. Livorno però non molla e si fa sotto minaccioso nel terzo set. Un po’ di distrazione coglie i fiorentini che calano in precisione ed efficacia. La Tomei vede uno spiraglio e ne approfitta, guadagnando la vittoria del set per 25-23. Nell’ultimo parziale i biancorossi dimostrano tutta la propria forza e iniziano a macinare punti sin dal principio. La lotta diventa a senso unico e in men che non si dica il set termina con la disfatta dei locali per 10-25. Prossimo impegno per i ragazzi del duo Saccardi-Mattioli sabato 3 marzo tra le mura amiche del PalaMattioli, contro gli ospiti della Pallavolo Massa

Serie D Maschile Gir A

Migliarino Volley – Olimpia Poliri 0-3

MIGLIARINO VOLLEY: Benvenuti, Carpita, Casapieri, Grossi, Lenzi, Maccheroni, Moni, Orsucci, Pardi,Pellugrini, Vincenti (L1). All. Martini

OLIMPIA POLIRI: Baldazzi, Barni, Bussotti, Cheli, Crema, Desirò (K), Galiulo, Intravaia M., Marini, Merlini, Milanese (L1), Trisolini (L2). All. Martelloni. Vice All. Trama

SET: 20/25, 15/25, 21/25

ARBITRO: Mariani Manuela

FIRENZE – Con la Trasferta a Migliarino la formazione dell’Olimpia Poliri maschile, raggiunge quotra 3 vittorie consecutive, riavvicinandosi a 5 lunghezze dalla terza piazza e confermandosi saldamente in quarta posizione. Partita abbastanza lineare per il team del duo Martelloni-Trama, che in soli tre set chiudono definitivamente le ostilità con il Migliarino Volley. Nel primo parziale i biancoblù la fanno subito da padrona, trovando sistematicamente il modo di andare in vantaggio e guadagnando anche un leggero gap lungo tutto il set. Poi un colpo di reni in più e le speranze di recupero dei locali, si spengono sul 20-25. Nel secondo parziale l’Olimpia ingrana la sesta e va dritto alla meta senza mai voltarsi, lasciando alle spalle un inerme Migliarino sul 15-25. Nell’ultimo set i locali provano a contrastare la maggiore efficacia del team fiorentino, ma con deboli successi. Si arriva verso il finale ma il piccolo distacco a vantaggio dei biancoblù, permette una chiusura agile e senza repliche sul 21-25, con esordio e ultimo punto su Ace di Baldazzi. Prossimo appuntamento per la compagine di capitan Desirò sarà per giovedì 8 marzo tra le mura amiche del PalaVerdi, proprio contro la terza piazza Zona VVF Mazzoni di Pistoia, alle ore 21.15

Serie D Maschile Gir B

Chianti Firenze Volley – Virtus Poggibonsi 2-3

CHIANTI FIRENZE VOLLEY: Baldanzi G.(L), Baldanzi L., Dallai, Fantini, Grazzini, Lorenzini (K), Madiai, Manzoni, Niglio, Raspanti, Serni, Strinati. All.Mitti. Vice All.Ponzalli.

VIRTUS POGGIBONSI: Baral (L2), Becacci, Beninati (K), Brighenti, Camilli, Di Puorto, Giudici (L1), Griffa, Panti, Valiani, Venturini. All.Berrettini.

SET: 15/25 17/25 25/22 26/24 16/18.

ARBITRO: Casula Noemi

FIRENZE – Il Chianti Firenze Volley era chiamato al riscatto dopo la cocente sconfitta patita a Foiano. Servivano i 3 punti per continuare a sperare nella prima piazza. Ne viene fuori però una gara dai 2 volti con gli ospiti che gioiscono a fine gara e conquistano la vittoria lasciando tanto amaro in bocca ai padroni di casa. Pronti via e la Virtus prende vantaggio grazie all’efficacia dei centrali e alla serata di grazia dell’opposto Camilli. Lorenzini e compagni cercano la quadra ma non riescono a trovarla cedendo il set agevolmente ai poggibonsesi. Il secondo set è una fotocopia ben fatta del parziale precedente. Mitti tenta la carta Niglio ma i troppi errori pregiudicano il risultato. La Virtus, con il suo gioco regolare e sempre efficiente, si porta sul 2/0 e in casa fiorentina ritornano fuori tutti gli spettri apparsi a Foiano. Serve una scossa e Chianti la dà consapevole che ormai non ha più niente da perdere. Il set scorre punto a punto e solo sul finale i padroni di casa guadagnano quel break che portano fino in fondo. Si va sul 1/2. Poggibonsi non demorde e prova a prendere il bottino pieno partendo bene nel quarto parziale. Chianti risponde e si porta avanti fino al 24/20. Serni prima e Baldanzi poi non riescono a chiudere la pratica e solo ai vantaggi (con punto finale di Dallai più che dubbio) i padroni di casa conquistano la possibilità di vincere la gara. Il tie break è una lotteria, soprattutto in una gara così altalenante. Virtus cambia campo in vantaggio 8/4. Il Chianti Firenze volley ricuce fino al 10/10 quando Baldanzi ha la palla per il vantaggio ma sbaglia malamente. Poggibonsi ha la palla per chiudere sul 14/11 ma il Chianti prende il servizio e Raspanti porta in parità la gara. Il finale è però di marca poggibonsese e 2 errori di Lorenzini (in realtà due mani out non ravvisati) danno la vittoria alla Virtus. Migliore in campo l’opposto ospite Cammilli, mai domo e autore di una gara ‘monster’. Unico neo della partita l’arbitraggio non sempre chiaro e giusto, da entrambe le parti. Il direttore di gara si è reso protagonista di parecchie sviste e di altrettanti errori tecnici creando alle volte tensioni sia in campo che sugli spalti. E’ difficile, per chi è spettatore di una gara diretta in tal modo, non reagire a delle ‘chiamate’ non sempre precise per poi trovarsi a chiedere quello che è stato segnalato o non segnalato. Da queste parole sembra che il Chianti abbia perso per colpa dell’arbitro, ma forse sono proprio gli ospiti ad aver più da recriminare per i finali di terzo e quarto set. A parte questa breve parentesi la situazione cambia poco in ottica playoff. Il Chianti rimane saldamente in seconda posizione ma vede scappare Foiano a 4 punti con quindi più di una gara di vantaggio. Peccato perché Foiano aveva ceduto un punto in casa del Campi riaprendo le speranze. Ora testa al Firenze Ovest nella trasferta infrasettimanale di Giovedì prossimo causa elezioni in un campo difficile contro una squadra giovane e ben organizzata con caratteristiche che potrebbero impensierire non poco Lorenzini e co.

Serie D Femminile Gir. C

PRIMAQ – OLIMPIA POLIRI 2-3

PRIMAQ: Rontini E. (K), Bolognesi A., Buoninsegni B., Ceccarelli C., Magnanensi L., Magni A., Parrini G., Ramazzotti V., Restivo B., Scarpi I., Taddei M., Benvenuti G. (L), Strambi M. (L). All. Becucci C. Vice All. Mercatali L.

OLIMPIA POLIRI: Orsini J. (K), Aterini I., Azzini A., Danti S., Galletti L., Luddi S., Matteoli I., Mattii E., Montagni A., Radicioni A., Rendo A., Barsotti L. (L), Moretti R (L). All. Mugnaini A. Vice All. Rafanelli M.

SET: 21/25, 25/15, 20/25, 25/19, 10/15.

ARBITRO: Pranzini F.

BAGNO A RIPOLI – La compagine allenata da Mugnaini e Rafanelli, pur soffrendo oltremodo, riesce ad espugnare il PalaGobetti, campo gara fortino della PrimaQ di Becucci e Mercatali. Nessuno prima di oggi era riuscito a vincere 3 set nella gara contro PrimaQ al Gobetti. Orsini e compagne hanno dimostrato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, la forza del Gruppo, una Squadra che nei momenti di difficoltà lotta con ancora più vigore senza mai mollare. Una coesione che ha permesso alle azzurre di rimanere in vetta (cosa scontata anche prima della partita), ma soprattutto di allungare sulla seconda in classifica. Parte Orsini in palleggio, opposta Rendo, Luddi e Montagni di banda, Danti e Aterini al centro con Moretti libero. Le padrone di casa rispondono con la capitana Rontini in cabina di regia, opposta Ramazzotti, Magnanensi e Taddei di banda, Restivo e Ceccarelli al centro con Strambi libero. Un set lottato punto su punto, nessuna delle due compagini sembra riuscire a prevalere sull’altra. Si alternano al comando constantemente. Per il PrimaQ entra Scarpi per Magnanensi, cambio chiuso poco dopo, e Magni per Ramazzotti. Ma è Orsini, per le ospiti, a mettere il punto esclamativo al parziale con un bel turno di battuta conclusivo. Un set che lascia ben presagire una bella partita da vedere e da giocare, ma ovviamente non è così. Nel secondo parziale le padrone di casa, partite col sestetto del parziale precedente, non mollano un pallone, mentre le ospiti allentano la presa. Entra Azzini per Montagni. Successivamente Mugnaini e Rafanelli tentano anche la carta del doppio cambio, con Matteoli e Radicioni che subentrano a Rendo e Orsini. Non cambia niente. Un set meritatamente vinto, con molta facilità, dalle padrone di casa. Il terzo parziale succede di tutto. Per le azzurre rimane in campo Azzini, mentre Becucci ripropone il solito sestetto iniziale. Le padrone di casa vanno subito davanti. Torna in campo Montagni per Azzini, ma PrimaQ allunga sempre più, fino ad arrivare sul 18 a 9 in proprio favore, quando va in battuta Danti per l’Olimpia. Ed è qui che succede l’inimmaginabile. Una rimonta che vanta poche precedenti, la numero 11 azzurra esce dal campo, sostituita da Moretti, che il punteggio segna 19 pari. Ben 10 battute consecutive, tra punti diretti, muri, difese e contrattacchi, che riapre il parziale. Ma le azzurre non si fermano qui, spinte dall’onda dell’entusiasmo riprendono subito la battuta ed è Orsini a mettere altri 2 fondamentali punti nel sacco. E di nuovo ottima fase cambio palla per le ospiti che, successivamente, grazie alle battute di Luddi, riescono a mettere il punto a questo difficilissimo parziale. Soliti sestetti anche nel quarto parziale. L’onda che aveva spinto le azzurre nel set precedente si scontra con lo scoglio PrimaQ e con un Gobetti gremito e rumoroso, come dovrebbe essere ogni palestra. Poca incisività in attacco, qualche errore di troppo sul primo tocco. Altra vittoria netta per e padrone di casa. Nell’ultimo parziale Mattii fa il suo ingresso al posto di Danti, mentre il resto delle due compagini rimane invariato. L’Olimpia parte male, ma già prima del cambio campo riesce a tornare avanti e imporsi sulle più giovani avversarie. Nella seconda metà PrimaQ riesce a pareggiare, ma è solo un barlume di speranza per loro. Aterini corona la sua prestazione con alcuni attacchi incredibili e, soprattutto, cosa non da tutti i giorni, un ace che non le capitava dai tempi del minivolley. Due punti fondamentali per Orsini e compagne che permettono loro di allungare sulla seconda in classifica, proprio PrimaQ, a 7 punti. Nell’altra bella sfida odierna Piandiscò espugna l’ostico campo dell’Arnopolis con un combattutissimo 3 a 2. Questo risultato accorcia la classifica per la qualificazione ai play-off. Dietro alle azzurre di Mugnaini e Rafanelli si trova ancora PrimaQ, seguita a 2 punti dalla coppia Piandiscò – Arnopolis. A seguire il Valdarninsieme di Pieri è in ritardo di ben 5 punti. Un caldissimo finale di stagione attende queste cinque squadre. La prossima giornata Orsini e compagne ospiteranno il San Gimignano, uscito sconfitto dal confronto interno con Fiesole con un altro 3 a 2. Fiesole che ospiterà proprio PrimaQ, mentre Piandiscò ospiterà Tegoleto e Arnopolis andrà a far visita al Casentino Volley.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.