CF: Scotti 2.0 Toyota Empoli Pallavolo – Olimpia PoLiRi 2/3

Parziali: 9-25; 25-23; 25-13; 18-25; 13-15.

Arbitro: Formisano G.

Scotti 2.0 Toyota Empoli Pallavolo: Bini F. (K), Borghi E., Calamai G., Lucchesi G., Rocchini G., Taddei S., Tagliavia Aragona C., Talluri J., Vannini R., Vracini A., Pasquinucci S. (L), Scardigli G. (L). All. Dani M.

Olimpia PoLiRi: Luddi S. (K), Aterini I., Fanciullacci S., Galletti L.M., Lazzeri F., Magnolini G., Mattii E., Montagni A., Rendo A., Romanelli N., Rossi E., Azzini A. (L), Moretti R. (L). All. Mugnaini A. 2° All. Rafanelli M.

Empoli – Esordio vincente per la nuova compagine di serie C del collaudato staff Mugnaini – Rafanelli. Esordio vincente su un campo storicamente ostico per chiunque, il PalaAramini. Laddove mancano punti di riferimento, pubblico molto caloroso per sostenere le padrone di casa. Sul campo due cantieri aperti, due compagini che hanno cambiato tanto dalla passata stagione, due squadre ancora alla ricerca di se stesse.
Per le padrone di casa inizia la capitana Bini in palleggio, Veracini opposta, Calamai e Taddei di banda, Borghi e Tagliavia al centro con Pasquinucci libero. Mugnaini e Rafanelli rispondono con Fanciullacci in palleggio, opposta Rendo, la nuova capitana Luddi e Montagni di banda, totalmente nuova anche la coppia di centrali con Lazzeri e Rossi che in seconda linea escono per far entrare la solita Moretti con la maglia da libero. Nel primo parziale non c’è storia. Le azzurre fiorentine sembrano reggere meglio l’impatto con la nuova categoria, sbagliano meno e sono più ciniche delle padrone di casa. Un 25 a 9 che lascia presagire una mera formalità per le ospiti. Sembra potersi risolvere con una passeggiata in terra empolese, ma come al solito questo sport conferma di essere subdolo, nascondendo insidie in ogni dove.
Dani gira la formazione, mentre le fiorentine partono come hanno concluso il set iniziale. Parziale molto combattuto, le ospiti cominciano a sbagliare qualcosa di troppo. Attacchi poco efficaci, molte battute sbagliate. Per le padrone di casa entra Talluri al posto di Taddei. Dopo aver recuperato un iniziale break l’Olimpia torna a spegnersi ed Empoli ritrova un buon margine di vantaggio. Mugnaini e Rafanelli tentano la carta del doppio cambio: dentro Romanelli e Galletti per Rendo e Fanciullacci. La rimonta delle ospiti non si concretizza e le padrone di casa riescono a riportare il punteggio in parità. Tutto da rifare.
Entrano in campo le formazioni che hanno cominciato la partita, mentre Empoli ripete la medesima rotazione è l’Olimpia, questa volta, a cambiare il giro. La mossa, però, porta l’effetto insperato. Un monologo empolese dall’inizio alla fine. Rendo e Luddi non riescono più a mettere palla a terra, lo stesso per Lazzeri. Ancora doppio cambio per le ospiti, ma non sortisce l’effetto voluto. Un’apoteosi giallo-nera. Le fiorentine si trovano a dover rincorre in una partita iniziata splendidamente con un parziale che, col senno di poi, non corrisponde e non rispecchia i veri valori delle due compagini.
Nel quarto parziale Dani lascia in campo Talluri, mentre Mugnaini e Rafanelli ripropongono Romanelli in palleggio e Galletti opposta, con il resto delle formazioni invariato. Questa volta è Montagni a prendere le redini della propria squadra, riuscendo finalmente a fare ciò che le viene richiesto. L’Olimpia macina punti su punti. Luddi, Lazzeri e Rossi tornano aggressive in fase d’attacco. Ancora un doppio cambio per le ospiti, con Fanciullacci e Rendo che sostituiscono Galletti e Romanelli. Proprio l’opposta neo entrata si ricorda quale è il principale compito delle esponenti del suo ruolo: fare punti, sempre e comunque. Come nel primo parziale sembra una mera formalità per le azzurre, così da allungare il tutto all’ultimo inevitabile parziale.
Dani lascia Talluri in campo, mentre l’Olimpia risponde con le sei che hanno cominciato la partita. Una incredibile sequela di errori in battuta permette alle padrone di casa di rimanere attaccate alla partita e cambiare campo in vantaggio. Molti errori da ambedue le parti portano il set a un combattimento punto su punto, con Empoli sempre in vantaggio, almeno fino al 12 pari. L’Olimpia riesce a portarsi avanti subito ripresa dalle padrone di casa. Rendo riesce a riportare avanti la propria squadra sul 14 a 13, ma, dovendo andare a battere, viene sostituita dalla più giovane della compagine, appena maggiorenne, Romanelli. La palleggiatrice non sbaglia, cosa che invece fa l’attaccante empolese, regalando una vittoria sofferta quanto insperata dopo il terzo parziale, a Luddi e compagne.
Ancora è presto per guardare la classifica o per riuscire a capire le gerarchie del campionato, intanto sugli altri campi di giornata Astra Chiusure Lampo di Becucci difende il PalaGobetti, con un sofferto 3 a 2, dall’assalto del Pistoia Volley La Fenice di Tonini. Anche Calenzano di Francalanza e Campolongo non riesce nell’impresa di espugnare il palazzetto di Montelupo, perdendo 3 a 1 per mano della squadra di Innocenti e Malucchi.

Marco Rafanelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.