3DivF: Firenze Ovest – Olimpia Po.Li.Ri. 2/3

Nonostante un arbitraggio scandaloso arrivano 2 punti indispensabili prima della pausa

 

Parziali: 28/30, 25/22, 12/25, 12/25, 12/15.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Cafaggi (L), Galeotti, Lascialfari (L), Masi, Nicita, Oliva, Pinzauti, Ponzalli M. (K), Rotondo, Ruvolo, Selmi, Vagniluca.

1°All.: Mitti, 2°All.: Betti

 

Dopo 2 ore e mezza di gara, tanto nervosismo ed un arbitraggio al limite del ridicolo, l’Olimpia porta a casa 2 punti nel difficilissimo campo del Firenze Ovest. Fin da subito si vedeva che non sarebbe stata assolutamente facile. La partita infatti scorreva lentamente con lunghissimi frangenti di punto a punto che portava ad una perfetta parità sul 20 a 20 nel primo set. Poi la zampata di fine set delle nostre, che si portavano 23/20. Come purtroppo ci hanno abituato, le ragazze si sono rilassate, troppo, facendo tornare sotto le avversarie di casa e concedendogli addirittura la palla set. Per fortuna, dopo una sequenza interminabile, per chi l’ha vissuta, di cambi palla, l’Olimpia si aggiudica il set 30/28.
A questo punto, con un pò di tranquillità in più, le ragazze entrano in campo e con la difesa sugli scudi si portano sull’11/5. Poi iniziano gli errori, le avversarie si riprendono… ed è di nuovo black-out. Punto punto fino al 20/20, ma stavolta sono le avversarie a dare la zampata finale e, a differenza delle nostre, riescono agilmente a fare proprio il set.
Terzo set giocato con la giusta verve e la giusta concentrazione che permette agilmente alle nostre di vincerlo 25/12. Quando poi nel quarto set veniva richiesta la voglia di portare a casa l’intera posta, le nostre si spengevano quasi definitivamente perdendo il set 25/12. Dopo 2 ore di gioco il punteggio è di 2 set pari e al tie break niente è scontato. Le fasi sono concitatissime: 5/1 per noi, 5/4, 9/6 per noi, 10/9, fino al 15/12 che libera un urlo da parte di tutti!
Questi 2 punti ci servivano. Serviva vincere uno scontro diretto con le pretendenti ai playoff. Il gioco non è stato dei migliori ma i 15 giorni di pausa che ci aspettano serviranno proprio a quello. Da sottolineare la prova attenta della banda Selmi e delle centrali Ponzalli e Ruvolo: bella la loro gara, sono in crescita e la squadra se ne accorge.
Ci piace sempre poco commentare l’arbitraggio, ma stavolta merita spenderci qualche minuto.
Un arbitraggio del genere, non si era mai visto. Con errori madornali da entrambe le parti. Invasioni al contrario, doppie a caso, 4 tocchi… Sinceramente non c’era mai la certezza del punto, in attesa sempre del verdetto definitivo dell’arbitro protagonista. Probabilmente l’unica scelta giusta della partita l’ha fatta ammonendo l’allenatore Mitti, esasperato dalla direzione di una gara che sarebbe stata molto più bella e divertente per entrambe le squadre se giocata e fatta giocare.
Con questo non stiamo inneggiando ad una pallavolo libera, senza falli, senza rispetto del regolamento, ma nemmeno ci vogliamo trovare in palestra a vedersi assegnato un fallo di “velo” in terza divisione, o vedere fischiato un palleggio perfetto dopo 2 doppie (le 2 doppie erano del nostro palleggiatore..). Ricordiamo ogni tanto agli arbitri il contesto in cui si trovano e lasciamo divertire le nostre atlete, senza costringere a giocare partite con l’ansia e la paura di vedersi fischiare un fallo inutile.

 

Prossimo impegno: Olimpia Po.Li.Ri. – Volley Club le Signe, Venerdì 11 Febbraio, 21.00, Rosai.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.