3DF: US Virtus Poggibonsi – Olimpia PoLiRi 3/1

 

Parziali: 23-25, 25-11, 25-23, 25-5.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Poneti I. (K) (6), Borghi V., Losso A. (11), Bertelli A. (3), Trama P. (2), Paoletti E., Costanzo M., Vitali A., Ponzalli V., Taccetti S. (L).

1°All.: Rafanelli M.

 

Che amarezza! Due parole, una esclamazione che riassume nel migliore dei modi la serata dell’Olimpia PO.LI.RI. nella provincia senese. Una serata che ha visto la compagine guidata da Rafanelli decimata dal ponte e dalle malattie. Una serata che ha visto la compagine gigliata iniziare con grinta e determinazione per poi afflosciarsi man mano che il tempo passava, adagiarsi sugli allori dopo il primo parziale vinto.
Inizio con Borghi in palleggio e Losso opposta, Poneti e Bertelli al centro, Trama e Paoletti di banda, il libero è Taccetti. Splendido inizio di set per le ospiti. Prima Bertelli poi Losso dalla linea dei nove metri mettono in perenne difficoltà le avversarie. Gli errori sono molti, ma per fortuna le avversarie sbagliano di più. Finale al cardiopalma, ma le ospiti riescono a portare a casa il primo sudato parziale.
Nel secondo iniziano le medesime sette del primo. Paoletti mostra crescenti difficoltà nel suo miglior fondamentale, la ricezione. Bertelli e Trama in attacco non incidono. Losso si spenge lentamente. Il tutto unito a un arbitraggio ai limiti dello scandalo, dà vita al 25 a 11 con cui le ospitanti concludono il secondo parziale.
Nel terzo cominciano le solite sette. Una Borghi impaziente viene ben presto sostituita da Costanzo, mentre Losso esce per far posto a Ponzalli. Set combattuto fino al 19 pari, poi solito break subito dalle azzurre fiorentine che porta le atlete di casa a quota 23. Le ospiti riescono a rimontare, tornando in parità. Due errori, però, portano set e partita in direzione Poggibonsi.
Nel quarto parte Costanzo in cabina di regia, le altre sei sono sempre le medesime. Paoletti non è lucida e viene ben presto sostituita da Vitali. Lo stesso succede a Losso, entra nuovamente Ponzalli. Le ospiti, però, non girano. Molti attacchi sbagliati, poca lucidità sotto rete e un break imponente da parte delle atlete di casa. Rafanelli le prova tutte per fermare il gioco e la battuta avversaria. Chiama i due time-out, sostituisce la palleggiatrice, però non cambia niente. Un’ecatombe. Finisce 25 a 5 con l’ultimo pallone che è il simbolo di quest’ultimo parziale: palla gratis da mandare nel campo avversario in bagher che finisce in fondo alla palestra, direttamente fuori.
Purtroppo Bertelli, Losso, Paoletti e Taccetti si sono prese, senza permesso, una serata “libera”. La prima poco incisiva sotto rete, meglio in battuta, in ricezione ha avuto serate migliori. La seconda completamente assente da metà del secondo set in poi. La terza in ricezione ha durato molta più fatica del previsto, senza riuscire a concludere sotto rete. Il libero, invece, poco mobile sulle gambe, nonostante gli attacchi e le battute avversarie non fossero dotate di potenza e velocità impressionante. Il tutto unito ad un arbitraggio scandaloso, che, però, non deve servire da alibi per una prestazione nettamente al di sotto delle potenzialità di questa squadra.
Da premiare, senza dubbio, la prestazione di Priscilla Trama, trovatasi a ricoprire un ruolo che le piace, ma che ha avuto scarse possibilità di ricoprire, anche per le evidenti difficoltà sotto rete. Da menzionare anche Ilaria Poneti, capitana per l’occasione. Cinica sotto rete, su primo tempo o palla alta resa dalle avversarie. In ritardo a muro, ma si mette a disposizione anche in ricezione. Una nota, a mio avviso, la meritano anche Alessia Vitali, Marica Costanzo e Virginia Ponzalli. La banda, all’esordio in una partita ufficiale, ha dimostrato adattamento e voglia di giocare, cosa che alla fine è mancata a molte. La palleggiatrice si è resa disponibile all’allenatore, anche a cambiare ruolo per l’occasione, purtroppo questa occasione non si è avverata, da capire se per sbaglio dell’allenatore o per la prestazione della squadra. L’opposta per essersi resa presente, nonostante una spalla dolorante, e aver dato tutta se stessa, senza essere degnamente aiutata. FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Prossimo impegno: G.S. Olimpia PO.LI.RI. – Rinascita Volley, venerdì 9 novembre, ore 21:15, palestra Verdi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.