3DF: Montelupo Città della Ceramica – Olimpia PoLiRi 3/1

Parziali: 25-20; 22-25; 25-16; 25-20.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Baldini, Cacciamani, Caramitti, Carcassi, Galletti, Gianfaldoni, Giannelli (L), Leoni, Martinuzzi (K), Pagliantini.

1° All.: Giacomo Raffa.

 

Un’Olimpia Po.li.ri. ridotta ai minimi termini (solo 9 effettive disponibili, integrate dall’Under 15 Emma Leoni), tiene testa alla quotata Montelupo, quarta in classifica, pur non giocando una delle sue migliori partite…
La squadra di coach Giacomo Raffa, nonostante le difficoltà iniziali (fra le quali quella di giocare in uno spazio molto ampio, che in altre occasioni ha creato non pochi disagi…) ed una partenza un po’ timorosa (accumulando 5 punti di svantaggio: 8-13), ha saputo riprendersi e riportarsi sotto (13-14), senza però riuscire a insidiare la vittoria del primo set alle padrone di casa.
Anche la seconda frazione è iniziata un po’ come la prima, solo che le fiorentine sono riuscite a limitare la distanza dalle empolesi e a riagganciarle sul 17 pari, poi passare a condurre di 3 punti (21-18), farsi riprendere e infine sferrare l’allungo decisivo, concluso con una “schiacciatona” di Laura Galletti per il 25-22 finale.
La terza frazione si apre come le due precedenti: i primi punti sono appannaggio del Montelupo, poi l’Olimpia prova ad accorciare, arriva a -2 dalle padrone di casa (7-9) ma poi perde pian piano le distanze e lascia che le ospiti vadano a vincere con un netto 25-16. E’ ormai quasi una costante di questa squadra che spesso, dopo aver vinto un set, molla un po’ di testa in quello successivo e lo cede quasi senza lottare…
Si va al quarto e questa volta l’Olimpia sembra davvero determinata a vender cara la pelle: si aggiudica i primi tre punti, poi si fa raggiungere sul 5 pari, allunga di nuovo fino al 12-8 poi si fa nuovamente raggiungere e, questa volta, superare dal Montelupo, che accumula lentamente punti e si porta sul +4 (16-20); poco dopo coach Giacomo fa entrare “l’aggregata” Emma Leoni, che fa il suo debutto in questa categoria e lo fa con autorità, dal momento che va in battuta e, per niente intimorita, sfodera un bell’“ace”! Ma non basta a riaccendere le speranze delle azzurre, che sono costrette a cedere anche questo set (e di conseguenza l’intera partita) alle padrone di casa.
Peccato perchè, pur non giocando troppo bene, le nostre ragazze potevano far risultato su un campo difficile e contro un’avversaria di rango. Pazienza, sarà per la prossima, in programma sabato 29 alla Verdi, contro il fanalino di coda Galluzzo.
Intanto, come sempre…FORZA OLIMPIA!!!

 

Sonia Nuzzi

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.