2DivF: Olimpia Po.Li.Ri. – Firenze 5 Palestre 3/0

 

Parziali: 25/09, 26/12, 26/24.

 

GS Olimpia Po.Li.Ri.: Lippi 2, Chieca 7, Galli 1, Margheri 15, Verdi (K) 11, Danti 4, Vignini 5, Tirinnanzi 3, Traversi 1, Mula 1, Strignano (L).

1°All.: Kiosseva. 2°All.: Rafanelli.

 

Partita tutto sommato facile per le azzurre guidate dalla Mila Kiosseva in questa prima giornata di ritorno, che ha visto svolgersi, alla palestra Verdi, il più tipico dei testa-coda. La prima della classe contro l’ultima in classifica, partita che sulla carta poteva portare ad un solo risultato. Vincono anche Empoli ed Emmepidue I’Giglio col medesimo punteggio (3 a 1) contro, rispettivamente, Pallavolo Tavarnelle e Seat Bagno a Ripoli. Perde, invece, la Sales, in trasferta a Sorgane contro l’Euro Due, col punteggio di 3 a 2. Gialle che saranno le prossime avversarie dell’Olimpia PO.LI.RI. il prossimo fine settimana alla palestra Fois. In coda, invece, perdono quasi tutte. Ne approfitta Le Signe che vince 3 a 2 nell’anticipo di venerdì a Barberino, risalendo lentamente la china.
La partita, come già detto, vedeva confrontarsi la prima e l’ultima in classifica. Nel primo set gli errori delle ospiti l’hanno fatta da padrone. Le azzurre si sono limitate a tirare la palla dal’altra parte della rete, facendo ciò che sanno fare, senza cose eccezionali. Nel secondo set Galli e Lippi vengono sostituite da Vignini e Tirinnanzi. Il Firenze 5 rimane sempre sul proprio standard, senza proporre novità interessanti rispetto al primo parziale. Alla fine del set viene fatta entrare anche Traversi per Chieca, per migliorare gli appoggi su palla facile, cercando di provare qualche schema con le attaccanti. Il secondo parziale si conclude con un 25 a 12 per le padrone di casa. Nell’ultimo set viene riproposta Traversi come seconda banda, mentre Verdi viene spostata vicino alla palleggiatrice Tirinnanzi. Viene, inoltre, introdotta l’opposta Mula, per far riposare Margheri in attesa di andare a fare visita alla Sales. In questo parziale, però, si sono visti una serie interminabile di errori da ambo le parti, soprattutto in battuta. Le azzurre sembrava avessero perso il loro equilibrio, fin lì detenuto in maniera agevole. Molti svarioni, soprattutto in attacco e in battuta. Non riesco bene a capire da cosa sia derivata questa cosa, però, fortunatamente, alla fine Verdi e socie riescono a portare a casa il set con un non meritevole 26 a 24.
Una menzione d’onore la merita la capitana Verdi, la quale si è fatta valere in ricezione e, soprattutto, è riuscita a tenere unita la squadra nell’ultimo fondamentale set. Altra nota di merito alla palleggiatrice Tirinnanzi, che ha ben diretto la squadra, variando agevolmente gioco con tutte le attaccanti a propria disposizione, dando anche fiducia a coloro che si trovavano in maggiore difficoltà, cercandone lo sblocco.
L’Olimpia PO.LI.RI. mantiene saldamente la propria posizione, sopravanzando sempre l’Empoli di due punti. Le nostre giocatrici la prossima settimana sono attese da una partita epocale contro la Sales, in una palestra non bella. Partita in cui le azzurre devono mostrare la pasta di cui sono fatte. Ricordiamo che la Sales, alla palestra Fois, durante il girone di andata, è stata battuta solo da due squadre (Empoli e la loro bestia nera Euro Due), tutte le altre hanno perso amaramente. Partite sulla carta agevoli per entrambe le inseguitrici: l’Empoli ospiterà il Prato ancora fermo a 9 punti, mentre l’Emmepidue andrà a far visita al Le Signe, che venerdì ha raggiunto quota 11. Però nella pallavolo non si può mai dire, ogni partita ha storia a sè, noi incrociamo le dita e tifiamo OLIMPIA.

 

Marco Rafanelli

 

Prossimo impegno: US Sales – Olimpia Po.Li.Ri., Sabato 12 Febbraio, 18.00.

Immagini collegate:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.