2DFB: Stella Rossa-Robur – Olimpia PoLiRi 0/3

Parziali: 25-27; 15-25; 24-26.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Placidi M. (K), Di Cencio C., Masi C., Spataro B., Costa E., Innocenti L., Cafaggi S. (L). N.e.: Bertelli A., Delli Navelli S., Giannini A., Poneti I.

1°All.: Pillori G.

2°All.: Rafanelli M.

 

La squadra di Pillori e Rafanelli vince, ma convince solo a tratti. Ottimo il secondo parziale come intensità, grinta e voglia di vincere, nel primo e nel terzo le azzurre si sono adeguate al livello inferiore delle avversarie. Di fronte due squadre agli antipodi della classifica, una che lotta per qualificarsi ai play-off, una che cerca di evitare la retrocessione.
Partenza con Costa in palleggio, opposta Innocenti, Spataro e Masi sono le bande, Placidi e Di Cencio al centro con la rientrante Cafaggi a prelevarle in seconda linea. Brutto parziale, soprattutto dai nove metri. Ben 6 le battute sbagliate dalle azzurre, alle quali bisogna aggiungere 3 doppie della palleggiatrice. Ben 9 punti completamente regalati, ma nonostante i quali le ragazze fiorentine sono riuscite ad accaparrarsi il parziale.
Solite sette nel secondo set, un’altra storia. Vittoria facile. Nonostante alcuni urli antisportivi dalla tribuna casalinga le nostre atlete sono riuscite, con rabbia e determinazione, a far proprio anche il secondo parziale. Lasciando solo le briciole alle padrone di casa.
Per il terzo e ultimo parziale devo rispolverare una vecchia verità: sono donne. Hanno vinto, stravinto, il secondo set, soffriamo un pochino, tanto per divertimento. Un set costellato di errori banali, dalle battute, alcune doppie della palleggiatrice, fino alle ricezioni, scarsamente precise come non mai, fino agli appoggi (se la palla arriva gratis, il 90% del campo è coperto dal libero, ma ancora non tutte sembrano averlo capito). Nonostante questa costellazione di errori evitabili Innocenti si reca in battuta sul 24 a 20 per le padrone di casa e non ci si schioda più. Diversamente da quanto successo nelle partite fin ora giocate, a questi punteggi le ragazze non commettono nemmeno un errore, portando così il punteggio sul 26 a 24 finale.
Tre punti meritati che, grazie alle sconfitte di Impruneta e San Michele, permettono alle ragazze di Pillori e Rafanelli di rientrare in zona play-off, raggiungendo la quarta posizione. E grazie alla vittoria del Pontemediceo sul Viaccia, sono solamente due i punti che separano le azzurre dalla terza posizione.
Quest’oggi mi sento di nominare Silvia Cafaggi e Claudia Masi. Entrambe debilitate per due motivi diversi, hanno comunque voluto esserci per dare il loro contributo. Il libero arrivava da una settimana di influenza (evito particolari) che l’ha debilitata oltremodo, ma riesce comunque a scattare per raggiungere ogni pallone che potrebbe prendere, ancora la mobilità non è ai massimi livelli, è un essere umano. La banda, invece, gioca tutta la partita con uno strappo dietro la spalla sinistra. Lo strappo è stato ottenuto in maniera assurda, ma c’è e la ragazza ne ha risentito a fine partita. Nonostante questo ha giocato una buona partita, soprattutto dalla linea dei nove metri, un solo errore, ma molto incisiva.
La prossima giornata vedrà le atlete di mister Pillori impegnate tra le mura amiche della palestra Rosai contro Chianti Volley, senza la propria capitana. Chianti Volley che questo fine settimana ha fatto un bel regalo alle nostre beniamine vincendo in casa del San Michele. Questo, oltre a essere un bel regalo, deve comunque far pensare alla pericolosità di tale avversario.
FORZA OLIMPIA!!!

 

Marco Rafanelli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.