2DFA: Outback Volley Fiesole – Olimpia Poliri Azzurra 3-2

 

Parziali: 21-25; 25-15 ; 25-21 ; 23-25 ; 15-4 .

 

Olimpia Po.Li.Ri: Nocentini (L), Pinzauti , Sacco (1), Innocenti (8) , Spataro (7) , Masi (16) , Placidi (K) (8) , Mazzocchi , Di Pede , Costa , Rubino (22) , Cafaggi (L) .

1°All.: Raffa

2°All.: Betti

 

In un weekend storico per l’ Olimpia con la 1divisione che conquista matematicamente la promozione in serie D, la giovane 2divisione azzurra partecipa alla festa raggiungendo un altro risultato “storico”; la corazzata Fiesole infatti perde il primo punto del suo campionato contro un’Olimpia grintosa e coraggiosa che ha giocato per lunghi tratti alla pari contro la prima della classe. Partenza con Pinzauti e Spataro in diagonale, Rubino e Masi di banda, Innocenti e Placidi al centro e Cafaggi libero: un set giocato con grande intensità, soprattutto in difesa e in attacco, le padrone di casa faticano e sono costrette a forzare commettendo qualche errore ( comunque solo 8 di squadra). L’Olimpia dal 19-21 segna 6 punti consecutivi con Rubino al servizio e strappa alla capolista il secondo set del campionato dopo quello che Fiesole aveva perso con Sancat seconda in classifica. Nel secondo parziale l’equilibrio dura solo nei primi punti, poi le avversarie trovano importanti soluzioni offensive e scavano un grosso solco nel punteggio che risulta impossibile da recuperare; entra Di Pede per Spataro in seconda linea ma il risultato dice 25-15 per le padrone di casa. Nel terzo set entra Nocentini per Cafaggi; un altro set di grande intensità e lottato punto su punto, con l’Olimpia che non molla e gioca con grande coraggio. Peccato per un leggero passaggio a vuoto nel finale che permette alla squadra di casa di portarsi avanti di 4 punti; entra Mazzocchi per Masi in seconda linea , cambio poi chiuso qualche punto dopo per provare a spezzare il ritmo in battuta alle avversarie che però chiudono in controllo 25-21.
Il quarto set è per larghi tratti una fotocopia del terzo con le due squadre a lottare incredibilmente alla pari fino al 19-22 in favore dell’Olimpia. Qui la fortuna ci mette lo zampino perché Fiesole segna il punto del 20-22 ma è in fallo di formazione e questo porta l’Olimpia sul 23-19; affiora forse un po’ di paura di vincere e le avversarie rimontano sul 23-23, poi Rubino inventa un ottimo pallonetto che ci porta 24-23. La situazione critica innervosisce le padrone di casa che forzano l’attacco successivo che rimane sul nastro: incredibile ma vero la “piccola Olimpia “ ce l’ha fatta ed è sul 2-2 contro Fiesole.
Nel quinto set però le energie calano drasticamente e le avversarie dominano; entrano Sacco per Pinzauti e Di Pede per Rubino ma il tie break si chiude 15-4.
In una serata di grande spolvero per tutta la squadra vorrei nominare Rossella Rubino, valore aggiunto in una squadra che si presentava senza Filippini e con Mazzocchi non in perfette condizioni fisiche nei ruoli di attaccanti. La giovane numero 12 anche se leggermente fuori ruolo da posto 4 segna 22 punti risultando top scorer della partita. Prossima gara sabato alle ore 18.00 alla Rosai contro Le Signe in uno scontro diretto in chiave salvezza-playout. Forza OLIMPIA!!!!

 

Giacomo Raffa

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.