2DF: Sancat ASD – Olimpia PoLiRi 3/0

2DF

Parziali: 25-21; 25-20; 27-25.

 

Olimpia PoLiRi: Bertoli Greta (1), Bigi Caterina (L2) (NE), Cacciamani Beatrice (5), Cherubini Alice (K) (10), Ciagli Ginevra (NE), Donadel Camilla (3), Fiore Alessia (A), Gianfaldoni Alessia (1), Giannelli Viola (L1) (0), Mercuriali Giulia (1), Pagliantini Viola (3), Toma Francesca (10). ALL: Mahdal F. 2°ALL: Rafanelli M.

 

FIRENZE – Un vero peccato. Un peccato perché se il sabato precedente Cherubini e compagne avessero giocato a questa maniera, con questa intensità, avrebbero vinto 3 a 0 in mezz’ora scarsa, e ora sarebbero a 5 punti. Un peccato perché, nonostante la maggiore efficacia delle bocche di fuoco delle giallo-blu, le ragazze allenate da Mahdal e Rafanelli hanno dimostrato di poter competere e poter sostenere certi livelli, soffrendo solo in sporadici casi la maggiore esperienza e la maggiore efficienza delle padrone di casa. Purtroppo sono quei casi che hanno portato al risultato finale. Tutte esperienze che servono. Questa è stata anche la partita degli ex. In maglia blu l’allenatore Mahdal ha allenato per sei anni la maggior parte di atlete che si ritrova dall’altra parte della rete, mentre Mercuriali ha giocato per più di dieci anni con quella maglia giallo-blu. Mentre tra le padrone di casa giocavano Marta Placidi, Sonia Innocenti, Silvia Castellani e Agnese Giannini, fino a due anni fa atlete dell’Olimpia PO.LI.RI. Inizia Donadel in palleggio, con Bertoli opposta, Meruriali e Cherubini le bande, Toma e Cacciamani al centro con Giannelli libero. Inizio lottato, con le azzurre sempre davanti di pochi punti, fino alla rotazione con la palleggiatrice in posto due. Break delle padrone di casa che le porta ad avere il vantaggio giusto per concludere il primo parziale. Nel secondo partono sempre la solite. Inizio stentato, con le padrone di casa che prendono subito un buon vantaggio, di almeno cinque punti. Quei cinque punti che rimarranno fino alla fine del parziale. Non servono gli innesti di Pagliantini al posto di Bertoli e Gianfaldoni al posto di Mercuriali. Nel terzo parziale resta in campo Pagliantini per Bertoli. A metà parziale succede il danno (e la beffa). Mercuriali si infortuna, non sembra niente di grave, ma è costretta comunque a lasciare il campo a Gianfaldoni, che fino a quel momento aveva fatto bene. Le ragazze in maglia azzurra non sembrano soffrire troppo il forfait dell’ex di turno, fino al 24 a 22 in proprio favore. Gianfaldoni, cosa che non succedeva da anni, sbaglia completamente una battuta e si inabissa in un cratere emotivo senza precedenti. Le padrone di casa trovano fiducia e, sfruttando la maggiore esperienza, portano a casa una importantissima vittoria. La sepranza, di allenatori e tifosi è che queste sconfitte servano alle ragazze per trovare quel carattere sopito che deve essere tirato fuori in determinate occasioni. Siamo solo all’inizio, la stagione sarà lunga, però i punti servono, e dalla prossima partita devono essere messi in saccoccia.

 

Marco Rafanelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.