2DF: Olimpia PoLiRi – Sancat ASD 1/3

2DFParziali: 25-20; 19-25; 21-25; 17-25.

Arbitro: Gagliardo F.

Olimpia PoLiRi: Mercuriali G. (K) (6), Bertoli G. (17), Cacciamani B. (8), Di Pede M., Donadel C. (4), Gianfaldoni A., Savoi S. (5), Toma F. (11), Cherubini A. (L). N.e.: Alzetta M., Ciagli G., Pacini R. All.: Mahdal F. 2°All.: Rafanelli M.

Sancat ASD: Toccafondi S. (K), Balloni E., Bartoletti V., Bassi E., Foggi Nocentini G., Innocenti S., Placidi M., Rigoli M., Castellani S. (L). N.e.: Bert N., Giannini A., Matteocci B. All.: Dolfi P. 2°All.: Bertelli G.

FIRENZE – Una partita giocabile, lottabile, che era possibile fare propria, ma alle atlete di Mahdal, Rafanelli e Progida è mancata la giusta lucidità per concludere la partita nel migliore dei modi. Tante le assenze fra le fila azzurre, per i più svariati motivi. Buone notizie dal fronte Ciagli, tornata in palestra senza poter fare sforzi, ma comunque al seguito della squadra. Anche Pacini ferma per problemi alla schiena non fa mancare il proprio apporto morale dalla panchina.

Inizia Donadel in palleggio con opposta Mercuriali, Bertoli e Gianfaldoni di banda, Toma, al rientro, affianca la solita Cacciamani al centro, mentre in seconda linea vengono sostituite dal libero Cherubini. Le padrone di casa imprimono subito il loro gioco alla partita e le ospiti subiscono la crescita tecnica delle azzurrine. Mercuriali che sembra soffrire psicologicamente il confronto con la propria ex squadra, le compagne di una vita, viene sostituita da Savoi. Il parziale finisce in tranquillità, con Di Pede che torna nuovamente in campo alla ricerca di minuti preziosi sulle gambe.

Nel secondo parziale torna nuovamente in campo Mercuriali, ma la capitana riesce a stento a trovare la tranquillità, sfoderando di tanto in tanto bei colpi, ma anche errori che non ti aspetti. Gianfaldoni, non in serata splendida dalla zona di battuta, viene sostituita da Savoi, mentre Di Pede subentra in seconda linea per Bertoli. Le azzurre lottano col cuore, ma il divario mentale pende per lo più dal lato Sancat.

Nel terzo parziale rimane a sedere Mercuriali, parte Savoi come opposta. Un break di 7 punti mina definitivamente ogni lontana speranza di far proprio il parziale, nonostante un bel recupero sul finale. Molti errori in fase di ricostruzione non permettono a Mercuriali e compagne di portare a compimento la rimonta sperata. Non servono a molto gli ingressi di Mercuriali per Gianfaldoni e di Di Pede per Bertoli.

Nel quarto rimane a sedere Gianfaldoni e torna in campo Mercuriali, per affiancare Bertoli nel ruolo di banda. C’è solo una squadra in campo ora, quella capitanata da Toccafondi. Le azzurre alternano costantemente sprazzi di lucidità e giocate memorabili ad assenze interminabili, soprattutto nelle coperture dei propri attaccanti. Finisce con un netto 25 a 17.

La posizione in classifica rimane la medesima per l’Olimpia PoLiRi, ma la distanza da San Quirico e Galluzzo aumenta, complici le due vittorie di cui si sono rese partecipi queste due compagini. Ancora il campionato è lungo, i punti a disposizione sono ancora tanti. In confronto al girone di andata la squadra di Mahdal ha già due punti in più, ma non basta e occorre fare risultati, a cominciare da venerdì prossimo, in cui le azzurre si recheranno ad Empoli per giocare contro Cascine Volley.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.