2DF: Olimpia PoLiRi – San Quirico Volley 1/3

2DFParziali: 20-25; 16-25; 25-14; 20-25.

Arbitro: Gagliardi D.

Olimpia PoLiRi: Mercuriali G. (K) (5), Alzetta M., Bertoli G. (9), Cacciamani B. (8), Donadel C. (7), Gianfaldoni A. (5), Pagliantini V. (2), Savoi S. (2), Toma F. (9), Bigi C. (L), Cherubini A. (L). N.e.: Ciagli G. I All.: Mahdal F. II All.: Rafanelli M.

San Quirico Volley: Franks F. (K), Bacigalupo A., Bandinelli L., Bianchi C., Fraschini E., Frullini I., Mecherini G., Zamillo S., Calamassi E. (L). N.e.: Cecchino S., Sterrantin. I All.: Bolognesi M.

FIRENZE – Che fosse una partita non facile da affrontare lo sapevano tutti, ma la maniera in cui è stata affrontata è stata completamente sbagliata. Una squadra per lo più assente, soprattutto in fase difensiva.

Lo starting six vede Donadel in palleggio, opposta Mercuriali, Bertoli e Gianfaldoni di banda, Toma e Cacciamani al centro con Cherubini libero. La squadra regge bene in ricezione, ma è quando le ospiti attaccano il problema. Una squadra poco grintosa in un fondamentale che richiede grinta, istinto e cattiveria. Sfortunatamente nessuna giocatrice in maglia azzurra possiede tutte queste caratteristiche e spesso la palla viene guardata cadere. Entrano Savoi e Alzetta, ma nulla cambia.

Nel secondo parziale rimane in campo Savoi per Gianfaldoni e Alzetta per Donadel. Ma rimane il sistema muro-difesa il grosso tallone d’Achille della squadra di casa. Entra Pagliantini per Mercuriali, torna Gianfaldoni per Bertoli, ma in campo rimane solamente la squadra in maglia rossa.

Nuovo cambio di formazione nel terzo parziale. Donadel in cabina di regia, Pagliantini opposta, Bertoli e Mercuriali di banda, Toma e Cacciamani al centro con Cherubini come libero di ricezione e Bigi libero in fase break. Le padrone di casa sembrano aver trovato la quadratura. Bigi dimostra di essere più reattiva in fase difensiva e risolve varie situazioni spigolose. Le battute ospiti non impensieriscono troppo la linea di ricezione composta da Cherubini, Mercuriali e Bertoli. Torna in campo Gianfaldoni per Bertoli in seconda linea per migliorare ulteriormente la ricezione e cercare qualche difesa in più. C’è solamente una squadra in campo, e non è quella dei primi due parziali.

La formazione viene riproposta, com’è ovvio, anche nel set seguente. Ma, come al solito, le azzurre si accontentano della netta vittoria del terzo parziale. Pochi i muri all’attivo, la difesa ne soffre oltre modo e il risultato può essere solamente uno.

In classifica l’Olimpia viene raggiunta da Barberino, vittorioso sul Montelupo, e scende di una posizione per numero di vittorie. La prossima giornata vedrà la compagine di Mahdal, Rafanelli e Progida in trasferta a Scandicci contro una delle due squadre in testa alla classifica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.