2DF: Olimpia Poliri – Euroripoli 2/3

Parziali: 25-16; 25-21; 24-26; 14-25; 4-15.

Arbitro: Montomoli R.

Olimpia PoLiRi: Savoi S. (K), Alzetta M., Ciabilli V., Filippini E., Flori M., Masi C., Monaci V., Novosedlik G., Placidi M., Pozzebon R., Sani G., Bertelli A. (L). All.: Lunardi C. 2° All.: Rafanelli M.

Euroripoli: Baldini L., Baracani G., Boncompagni B., Coppetti A., Francini A., Galganotti A., Jonuzi G., Mantelli A.L., Martini L., Pirrone L., Stecchi B., Mozzato M. (L), Bargellini G. (L). All.: Lovelli E. 2° All.: Mori F.

Firenze – Una lezione di pallavolo che ha tardato ad avere inizio. Con questa semplice frase può essere riassunto l’esordio casalingo della compagine allenata da Lunardi e Rafanelli. Le ospiti devono prendere dimestichezza con la palestra ristretta, l’illuminazione non brillante, l’arbitro a tratti non impeccabile (per essere magnanimi), ma quando ciò avviene diventano inarrestabili.
Alle padrone di casa rimane l’amaro in bocca per non aver chiuso quando ancora potevano. Quel fatidico terzo set in cui i troppi errori in battute nelle fasi calde hanno compromesso oltremodo il percorso azzurro, facendo così risalire le più giovane, ma dotate tecnicamente e mentalmente, avversarie.
Una Novosedlik che non riesce a sfondare lo splendido sistema muro-difesa ospite, centrali ancora apparsi molto lenti e poco propositivi, Savoi e Bertelli calate oltre il permissibile. Flori apparso unico terminale offensivo dotato, purtroppo, di scarsa resistenza alla lunga. Nel secondo parziale entra Monaci per Filippini, alzando il muro. Maggiore freschezza mentale per riuscire nella rimonta necessaria (partendo da 13-4) per vincere il parziale. Nel quarto set entra Masi per una stanchissima Flori, ma oramai il danno era fatto.
Maggiore freschezza fisica, mentale e una incredibile capacità di adattamento, ciò che è mancato alle padrone di casa lo hanno avuto le giovani dell’Euroripoli, guidate sapientemente da Lovelli e Mori. Un inciampo che può starci e, per questo, non deve compromettere troppo Savoi e compagne. La stagione è ancora lunga e già dalla prossima settimana le azzurre devono riabilitarsi e rialzarsi nella difficile trasferta di Castelfiorentino contro I’Giglio.

Marco Rafanelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.