2DFB: SM al Pignone – Olimpia PoLiRi Bianca 3/1

 

Parziali: 25-17; 25-19; 12-25, 25/20.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Ponzalli (K), Ruvolo, Frandi, Lotti(L), Calbi(L), Palaia, Ricci, Galeotti, Mula, Pratesi, Vagniluca, Modica, Merilli.

1°All.: Cavandoli.

2°All.: Volpini.

 

Prima battuta d’arresto per l’Olimpia Bianca, sconfitta per 3-1 dal Santa Maria al Pignone. Che la partita sarebbe stata tosta si sapeva e infatti le avversarie hanno avuto un netto calo di prestazione solo nel terzo set; per il resto hanno saputo gestire bene la partita e, complici anche i troppi errori delle nostre ragazze, hanno avuto la meglio. Ma veniamo ai fatti:
Primo set con Palaia in palleggio, Ruvolo e Frandi al centro, Pratesi e Merilli di banda, Galeotti opposta e Lotti libero. Inizio promettente per l’Olimpia, che con un buon ritmo di gioco si porta in vantaggio, ma solo momentaneamente: le avversarie infatti riescono poi ad entrare in partita e a prendere il sopravvento, senza che le nostre ragazze riescano a tenerle a freno. Il Pignone si aggiudica così il primo set per 25-17.
Nel secondo set entra Ponzalli al centro per Ruvolo e si comincia: purtroppo la squadra non sembra abbastanza motivata per riuscire a trovare la reazione necessaria alla situazione di svantaggio. Nonostante i vari cambi le ragazze continuano a sbagliare troppo, non riuscendo ad essere incisive come dovrebbero e si fanno sfuggire questa prima opportunità di pareggiare il risultato. Il set finisce 25-19 per le avversarie.
Ma ecco che nel terzo set (dove Ruvolo rientra in campo per Frandi) finalmente vediamo tutta un’altra Olimpia: la motivazione adesso c’è, e si vede. Il gioco è decisamente più aggressivo: Ponzalli in battuta e Pratesi in attacco riescono a mettere in difficoltà il Pignone. La squadra ha voglia di riemergere e di lasciarsi alle spalle i due set precedenti: rimanendo su questa scia positiva per tutto il set, se lo aggiudicano con uno schiacciante 12-25.
A questo punto le speranze si riaccendono e c’è la voglia del pareggio. Il quarto set è molto combattuto, si lotta su ogni pallone e riusciamo a rimanere aggrappate al Pignone, che rimane distante solo di due punti. A metà set però, forse per un po’ di nervosismo causato da alcune decisioni arbitrali discutibili, forse per un po’ di stanchezza che inizia a farsi sentire, l’Olimpia comincia a cedere. La voglia di non mollare rimane, ma il Pignone riesce a prendere il largo e vince il set con il risultato di 25-20 ponendo fine alla partita.
E’ sicuramente una sconfitta che brucia, soprattutto per questo ultimo set che poteva essere nostro, ma le avversarie erano abili e dobbiamo essere comunque soddisfatte per la bella reazione dimostrata e per la capacità dei cambi (in questo match quelli di Vagniluca, Ricci, Modica, Calbi) di dare il loro contributo nei momenti di difficoltà. Sabato prossimo aspettiamo in casa il San Giusto, altra squadra contro la quale ci sarà da lottare e cercare il riscatto.
Come sempre, FORZA OLIMPIA!!!

 

Ponzalli Martina

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.