2DF: ASD S.Maria al Pignone Rossa vs Olimpia PoLiRi

Parziali: 25-22, 25-12, 25-17.

 

Olimpia Poliri: Di Filippo Ilaria, Donadel Camilla (K), Ricciarelli Debora (U15), Galletti Laura, Lotti Francesca (L1), Pagliantini Viola, Ponti Giulia, Toma Francesca, Giannelli Viola (L2), Cacciamani Beatrice, Leoni Emma (U16), Vergelli Virginia (U16). Allenatore: Lazzari Lisa

S.Maria al Pignone: Cappelletti C., Ceccatelli C., Cianchi F., Lastrucci E., Mattioli C., Melani C., Molesini A., Moretti G., Rosati D., Santangelo C., Tofani S., Rossetti I., Rossetti I.

 

Incontro molto difficile in casa della più esperta squadra del S.M. Pignone, quarta forza del campionato. Le avversarie, classe 1994/1986, hanno mostrato una superiore esperienza nel gestire la partita giocando una buona pallavolo senza mai calare di concentrazione. Non hanno mai sottovalutato le più giovani avversarie che hanno dato filo da torcere. Primo set all’insegna dell’equilibrio totale con le squadre che lottano punto punto fino alla fine, dove l’esperienza della squadra locale fa pendere a loro favore il risultato a 25-22. Nel secondo set le nostre atlete, forse affaticate dal primo, commettono troppi errori concedendo alla squadra locale di allungare il passo con estrema facilità; finisce 25-12. Nel terzo l’Olimpia di sveglia ricominciando a lottare con grinta portandosi addirittura in vantaggio 11-7. Poi il Pignone non concede più niente e salva dei punti che sembravano già fatti. Nonostante l’aggressività e l’impegno delle nostre ragazze, le padrone di casa sfruttano la maggiore esperienza e riescono a riprendere in mano il punteggio facendolo suo non con pochi problemi; finisce 25-17. Nonostante il risultato, il test di sabato ha fatto vedere dei segnali più che positivi, anche se l’Olimpia deve lavorare molto per cercare di smussare quegli errori che compromettono partite difficili come questa. Adesso servono punti per la classifica, per cui massima concentrazione nel preparare la prossima partita casalinga contro il Barberino, sfida difficile ma non impossibile per le nostre mitiche atlete. FORZA OLIMPIA!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.