2DF: 29 Martiri – Olimpia POLIRI 0/3

Parziali: 24-26; 20-25; 18-25.

Arbitro: Calvaruso V.

29 Martiri: Di Giosio A. (K), Balasso C., Di Giosio A., Giglio G., Innocenti Niccoli M., Marmocchi A., Mauriello N., Notarmasi G., Panicucci M., Quaresimini M., Vannucci A., Taiuti G. (L). All. Zani L.

Olimpia PoLiRi: Savoi S. (K), Ciabilli V., D’Elia C., Filippini E., Masi C., Mei M., Monaci V., Novosedlik G., Placidi M., Sani G., Bertelli A. (L). All. Lunardi C. 2° All. Rafanelli M. Dir. Ronconi D.

Prato – Per la prima volta dopo cinque stagioni la compagine della Seconda Divisione, allenata da Lunardi e Rafanelli, arriva alla salvezza senza dover passare dai tanto temuti play-out. Con ben 8 punti di vantaggio dalla zona play-out, con solamente 2 partite al termine della regular season, Savoi e compagne possono festeggiare la salvezza.

Parte Ciabilli in palleggio, opposta Novosedlik, Flori e Masi di banda, Sani e Mei al centro con Bertelli libero. Un inizio non molto lucido per le ospiti. La ricezione stenta, gli attaccanti non sanno cosa fare per mettere palla a terra. A metà parziale subentra Savoi, ma non è il cambio che ha inciso sul parziale. Le padrone di casa si addormentano sul vantaggio di 24 a 19, iniziando a sbagliare l’inverosimile. Masi e Flori si uniscono a Novosedlik per penetrare la difesa pratese a più riprese. Dopo una incredibile rimonta le azzurre riescono a portare a casa il primo parziale.

Nel secondo partono le medesime sei che hanno finito il primo. Sani inizia a fare qualche bel punto in attacco, risvegliandosi dall’iniziale torpore del primo set. La numero 17 sembra più propositiva in fase di attacco, unendosi alla solita Novosedlik (alla fine della partita saranno 18 i punti in attacco). Flori inizia a far male dalla zona di battuta, mentre in attacco non riesce a impensierire la difesa di casa. Masi usa a dovere il muro ospite, non impeccabile. Entra Placidi al posto di Mei. Le azzurre gestiscono il parziale in scioltezza arrivando a guadagnarsi il primo punto della partita. Ma non è ancora finita, rimane la matematica da ottenere.

Partono le solite sei che hanno concluso il secondo set. Le azzurre hanno preso fiducia e un buon iniziale vantaggio da gestire. Le padrone di casa, mai dome, tentano una rimonta, ma le attaccanti azzurre non sono d’accordo e chiudono il match portando a casa una importantissima vittoria. Tre punti che valgono la salvezza matematica a due giornate dal termine.

VBA vince 3 a 1 in casa contro I’Giglio e raggiunge i 5 punti di vantaggio dal 29 Martiri, rimasto in zona playout, prima squadra nell’arancione. La prossima settimana vede VBA andare a fare visita al Firenze Ovest, mentre Savoi e compagne ospiteranno la capolista, già promossa, Calenzano.

Marco Rafanelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.