1DivF – Playoff: GS.Olimpia Po.Li.Ri. – Robur 1908 Scandicci 1/3

 

Parziali: 21-25, 20-25, 25-9, 17-25.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Lippi C. (K), Chieca M., Margheri S., Camposampiero C., Raugei G., Danti S., Verdi E., Vannini E., Tirinnanzi S., Strignano F. (L). N.e.: Frandi S., Galli T., Calbi S. (L).

1°All.: Becucci.

2°All.: Librio.

 

Ciò che molti temevano si è avverato in un PalaRosai gremito all’inverosimile. Tifoseria di casa fin troppo “scorretta”, per il solo motivo che incita le proprie giocatrici con trombette e tamburi. Atmosfera surreale, fino a raggiungere temperature infernali sul finire del match.
Inizio con Lippi in palleggio opposta a Chieca, Margheri e Camposampiero sono le bande, Danti e Raugei al centro e la solita Strignano come libero. Le azzurre di casa riescono a portarsi a +6, ma avviene il primo psico-dramma della serata: parziale di 8 a 0 per le bianche di Scandicci e le fiorentine non riescono più a risollevarsi. Entra anche Verdi per Chieca, ma cambia ben poco. Finisce 25 a 21 per le ospiti.
Nel secondo parziale rimane in campo Verdi d’opposto, il resto è invariato. La ricezione stenta e le padrone di casa non riescono a esprimere la propria pallavolo. Da notare che 9 volte su 10 le ospiti hanno fatto fallo di velo sulla propria battuta. Difatti il regolamento dice testuali parole: “i giocatori della squadra al servizio non devono impedire agli avversari di vedere il giocatore al servizio o la traiettoria della palla per mezzo di un velo individuale o collettivo”. Cosa che succedeva presso che sempre e l’arbitro, nonostante gli occhiali, non riusciva a vedere. Questo, però, non può fungere da alibi per la prestazione scialba che ha portato al 25 a 20 in favore delle ospiti.
Terzo set con le solite sei in campo. Non c’è storia. Le ragazze in maglia azzurra iniziano a giocare la propria pallavolo e imporre il proprio gioco, causa anche, forse, un rilassamento delle avversarie. Le bianche riescono ad arrivare solamente a 9. Sugli spalti, ove si trova la curva Olimpia, iniziano le prime polemiche per il tifo scorretto.
Nel quarto parziale succede il secondo psico-dramma della serata. Una squadra irriconoscibile quella che affronta questo set, riesce poco o nulla. In ricezione le azzurre soffrono in maniera inverosimile, in attacco poco concludenti, a muro quasi inesistenti. Dalla loro, le ospiti, hanno una buona tenuta difensiva, una giovane età che le aiuta e anche una notevole altezza e fisicità. Finisce 25 a 17 per le ospiti e parola FINE messa su Gara 1 di questa Finale dei play-off di Prima Divisione Femminile.
Molte polemiche e alcuni gesti antisportivi da parte di alcune atlete ospiti nei confronti del pubblico di casa. Dal mio modesto punto di vista credo che abbiano visto un bel mondo fino a oggi. Credo che non abbiano mai incontrato una tifoseria seria, sarei curioso di vederle contro quelle tifoserie che iniziano a urlare in faccia dallo 0 a 0 del primo set, proseguendo anche dopo la partita, come si comporteranno? Ai posteri il piacere di questa visione.
Intanto sabato si giocherà Gara 2 alla palestra Dino Campana, in via Allende a Scandicci. Partita da dentro o fuori. Invece, stasera, al PalaVerdi, andrà in onda Gara 1 della Finale dei playoff di Serie D Maschile, con la squadra di Carlo Becucci impegnata contro Lido di Camaiore.

 

Marco Rafanelli

 

Prossimo impegno: Robur 1908 Scandicci – G.S. Olimpia PO.LI.RI., sabato 2 giugno, ore 21:00.

Rispondi