1DF PLAYOFF Gara 01: Olimpia Po.Li.Ri. – VBA Hoster Food 3/0

Parziali: 25-18; 25-16; 26-24.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Ponzalli(K)(11), Ruvolo(5), Mula(2), Palaia(2), Donadel, Modica, Galeotti, Vagniluca(15), Pratesi(8), Rubino(7), Merilli, Di Pede (L)

1°All.: Cavandoli

2°All.: Volpini

Ci siamo: pronti, attenti, ma soprattutto via a Gara 1 Playoff Prima Divisione; playoff che tra le sei squadre in corsa per il titolo registrano a caratteri blu anche l’Olimpia Po.Li.Ri. Olimpia che, come primo avversario in questa nuova parte del viaggio, si trova di fronte la quarta classificata della regular season, ossia la compagine del VBA. Squadra esperta, grande per età e che conosce bene il campionato sia regionale che provinciale, in grado quest’anno di collezionare importanti vittorie anche contro le teste di serie. Durante la stagione, per quanto riguarda i confronti con le padrone di casa, si parla di pareggio tra vittorie e sconfitte; 1-1 e palla al centro del Palarosai. Clima speciale già nella fase pre gara; da parte delle giovani Olimpia non c’è la pressione del risultato da raggiungere, ma solo la consapevolezza e la lucidità di chi il risultato “che conta” l’ha già raggiunto: salvezza in tasca e gambe in spalla per andare a prendersi il massimo che questo playoff ci può regalare. Playoff che purtroppo inizia registrando a camp 3 un’assenza dell’ultimo minuto, anzi dell’ultima sera; stampelle per una sfortunatissima Bartoli a cui auguro una più che pronta guarigione: mi raccomando Giuli, che sia “Fast”!
Partiamo: Palaia in palleggio opposta a Rubino, Pratesi-Vagniluca in posto 4, Ponzalli- Ruvolo al centro, libero DiPede. Primo set che inizia come ci si poteva aspettare; siamo a giocare un playoff, che sia quindi punto a punto, testa a testa, spalla contro spalla. Le aspettative però virano drasticamente da circa metà del parziale, quando l’Olimpia ingrana una marcia più alta della Prima e comincia a scrivere una sceneggiatura perfetta per uno spettacolo da numeri uno. Copione alla mano, non c’è bisogno del suggeritore; la battuta è precisa a cercare chi e come doveva essere colpito e affondato, bene la rice e ancora “più bene” la difesa…insomma, l’Olimpia sceglie la parte del killer e chiude il primo con un sonoro 25-18. Cambio campo ma non cambio formazione per Coach Cavandoli e Coach Volpini, che schierano in campo lo stesso sestetto+1 per il secondo parziale. Secondo che scorre ancora meglio del primo; un VBA che prova a riassestare la situazione dando il via ad una girandola di cambi, ma che non riesce tuttavia a svoltare la il momento. Per quanti colpi diversi cerchino di sfornare, non bastano a placare la fame delle padrone di casa, che al contrario servono al VBA (e non su un piatto d’argento) un secco 25-16. Via libera dunque per il terzo set; stessa formazione con gli ingressi di Mula per Ruvolo e in corsa di Merilli per Rubino. Ospiti che sfruttano qualche colpo d’esperienza, cercando soprattutto le mani del muro (14 mani out) e giocando discretamente in difesa; cala inoltre da parte nostra l’efficienza in attacco e la precisione in palleggio. Tutto questo consente al VBA di percorrere un pezzo di strada incollate alle padrone di casa, per essere poi seminate alla fine del parziale: 26-24 e a casa…loro. Un 3-0 netto e stra-meritato sul campo, sbagliando pochissimo in ogni fondamentale e tenendo vivo ogni pallone; bellissima gara 1 quindi, ma, appunto, 1. Primo passo, primo ostacolo, primo scalino; primo incontro giocato da Prima della classe. Buona la Prima. Ma sono tanti i passi che mancano, tanti gli ostacoli, tantissimi gli scalini: e allooooraaa testa bassa e guardare bene dove andranno a posarsi i piedi, per crederci come sempre e chissà… forse per sognare più Di Prima…..
Detto questo, un grazie spaziale ai tifosi: in Primis (per rimanere in tema) a chi è arrivato in trasferta! Matera, Milano…grazie! Tifosi che ci hanno sostenuto e che spero non mancheranno martedì alle ore 20.00 in casa del VBA, palestra Guicciardini. E’ un tour de force ma è così, sono i Playoff!
..condivido in pieno i ringraziamenti ai tifosi che in questa gara sono stati favolosi e per concludere mi permetto di intrufolarmi per sottolineare (ovviamente di blu) un momento davvero emozionante di questo sabato appena trascorso: il rientro ufficiale di quella che per quest’anno è stata la nostra addetta-stampa, che ogni settimana ci ha appassionato e divertito con i suoi frizzanti articoli! Infatti a fine terzo set Irene ha potuto finalmente tornare a guardare le avversarie attraverso i quadratini della rete, fra i calorosi applausi di tutto il PalaRosai! Ed è stato un rientro assolutamente più che positivo per la n. 24: una battuta, due ricezioni e un attacco per rompere il ghiaccio nel migliore dei modi. Quindi che dire, bentornata Ire!! Non hai mai mollato nonostante tutti i momenti difficili e questo d’altra parte è lo spirito di questa bellissima squadra, che come te, ha sempre lottato fino alla fine senza arrendersi mai! Ed è per questo che oggi siamo qui, è per questo che oggi siamo a giocarci qualcosa che a inizio stagione sinceramente non avremmo mai immaginato, è per questo che oggi possiamo ancora continuare a sognare..non svegliateci!!
#nonsimollaunXXXXX #noncelafaccio?–> #camminvattin #lavorareatestabassa #chis’accontentagodecosìecosì #noallechiacchere #famedivittoria #squadrasquadrasquadra #maledettestampelle #blumeteo #bluOlimpia #squadraintoccabile #bentornataIre!!! FORZA OLIMPIA!!!

 

Irene Merilli & Martina Ponzalli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.