1DF: Olimpia PoLiRi – ASP Montelupo 3/1

Parziali: 23-25; 25-20; 25-16; 25-21.

 

Olimpia Po.Li.Ri: Ponzalli (K) (4), Ruvolo(4), Mula(2), Bartoli(7), Palaia(3), Mancini(2), Donadel, Pratesi (12), Vagniluca (13), Rubino (11), Castellani, DiPede (L).

1°All.: Cavandoli

2°All.: Volpini

 

Giornata siglata numero 3 di ritorno per la Prima Divisione dell’Olimpia, che ospita oggi in casa la giovane compagine di Montelupo. Match che all’andata portò 3 punti nella classifica azzurra; 3 punti conquistati da squadra vera, una squadra che in quella settimana affrontò e superò non uno ma ben due infortuni importanti nel giro di soli 7 giorni. Quell’incontro di andata fu importante, segnò in qualche modo un ingresso a gamba tesa in questo difficile campionato; altrettanto importante è stato il ritorno, che ci ha visto portare a casa quei punti che mancavano a referto da tanto, troppo tempo. Squadra un po’ meno giovane e con un po’ più di esperienza rispetto ai primi di Novembre quella che l’Olimpia si trova di fronte; forti soprattutto a livello dei laterali, dimostrano anche una buona tenuta in ricezione. Anche a questo giro coach Cavandoli e coach Volpini hanno a disposizione una rosa priva di diversi petali (Modica, Galeotti e ancora Calbi), ma con le “superstiti” pronte a dare e a fare tutto e anche di più; preparazione del match che comporta quindi creare piani con tutte le lettere dell’alfabeto, poiché in questo momento la dea bendata continua a non sbendarsi. Primo set che registra la seguente formazione: Palaia in cabina di regia opposta a Rubino, Pratesi-Vagniluca di posto 4, Ponzalli-Mula al centro liberate come sempre da “L” DiPede. Solito giro dietro di Castellani su Pratesi. L’Olimpia parte bene, ma comincia ben presto a regalare troppi errori punto, in attacco e in battuta. Fa inoltre molta fatica l’efficienza al centro con un brutto 12% di attacco punto. Nonostante il tira e molla con il punteggio, le azzurre riescono ad arrivare avanti nel finale di set; purtroppo a questo punto, che sia per merito loro o per demerito nostro, Montelupo dà uno spint decisivo che gli permette di aggiudicarsi il set 23-25. Secondo set che riparte con la stessa formazione (giro dietro di Castellani su Vagniluca) ma con qualche dubbio in più; a livello psicologico non è né difficile né incomprensibile temere di vivere un’altra Euroripoli. Il momento è complesso e l’unico modo per uscirne sembra trovare quel colpo di reni in più, quello che permette di rialzarsi a chi ormai sembra destinato a cadere. Con Montelupo in vantaggio costante fin quasi alla fine, l’Olimpia ritrova il coraggio e la determinazione per strappare il set dalle zampe delle avversarie e portarsi su un non facile pareggio. Buono l’ingresso di Mancini sul 19-20, che la conferma anche nel terzo parziale. Entra anche Bartoli a sollevare Mula. Questo terzo set gira sicuramente meglio; si alzano le efficienze in attacco, soprattutto al centro con un buon 50% + e #, mentre rimane costante la battuta, che registra però un calo rispetto all’incontro di San Casciano. Un 46% di + e # che dovrebbe incidere di più. Seppur con fatica, tanta fatica, le azzurre si aggiudicano anche questo parziale e si aprono il corridoio per il quarto. Stesse conferme a referto tranne Ruvolo che entra su Capi Ponzalli e solito giro dietro di Castellani su Vagniluca. Complice la prematura resa di Montelupo, il quarto parziale scorre via più tranquillo e, a parte qualche brivido nel finale, a metterci una grossa pietra sopra è la squadra di casa con un buon 25-21. Discreta la ricezione con un 44% +e # e solo 7 ace subiti. Muro che continua a essere un pozzo di = con 17 errori punto…work in progress. Da segnalare finalmente il ritorno alla vittoria, che allontana i fantasmi e le “spade di damocle” derivanti dalle ultime gare: si soffre, si fa fatica ma alla fine se ne esce; forse, chissà, più forti di prima o comunque più consapevoli di quello che stiamo costruendo,creando…..e di quello che stiamo diventando. Squadra “in fieri”. Detto questo, appuntamento a sabato prossimo alle 18.00 per il match di ritorno in casa del VBA…grazie ai tifosi e come sempre FORZA OLIMPIA!!!

 

Irene Merilli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.