1DF: Olimpia Po.Li.Ri. – Fiesole Volley 2/3

Parziali: 19-25; 26-24; 17-25; 25-21; 6-15

 

Olimpia Po.Li.Ri: Ruvolo (K), Bartoli, Mula, Palaia, Donadel, Modica, Galeotti, Pratesi, Vagnliuca, Rubino, Castellani, Calbi (L), Di Pede (L)

1°All.: Cavandoli

2°All.: Volpini

 

Primo match datato 2014 per la Prima divisione dell’Olimpia, che ospita tra le mura amiche (ma stavolta non troppo) del PalaRosai l’esperta compagine del Fiesole Volley. Incontro che riapre il campionato dopo la netta sconfitta subita contro il Calenzano nell’ultima gara dell’anno; importante quindi, ricercare e ritrovare il giusto atteggiamento necessario per affrontare battaglie difficili e impegnative che rispecchiano a pieno la complessità di questo campionato. Fiesole si presenta come un gruppo abbastanza eterogeneo dal punto di vista dell’età anagrafica, ma con minimi comunque superiori ai nostri massimi; in poche parole è una squadra “grande”, che conosce la categoria e il livello. Discreto palleggiatore, soprattutto nelle scelte di distribuzione, che riesce a gestire bene i propri attaccanti, i quali rispondono “presente” il più delle volte; squadra che non molla e che ci strappa la vittoria al tie break. Partiamo nel primo set con Palaia in palleggio opposta a Modica, Rubino-Pratesi(entrerà in corso Vagniluca) in posto 4, Bartoli-Ruvolo al centro in compartecipazione con DiPede per quanto riguarda la seconda linea. Set contrassegnato da un’iniziale difficoltà in ricezione, risolta quasi immediatamente; poi tanti gli errori in attacco e la poca incisività portano il Fiesole a chiudere con un categorico 19-25. Nel secondo parziale repentino cambio di formazione per cercare subito un decisivo cambio di rotta; con Modica a sedere, Rubino si sposta opposta mentre Pratesi ritorna ad affiancare una efficace Vagniluca. Variazioni anche al centro, dove Mula va a sostituire Bartoli. Bella la prestazione della coppia Ruvolo-Mula, sia da un punto di vista del gioco che dell’atteggiamento, carico e aggressivo come doveva essere. Proprio l’atteggiamento è l’ottavo giocatore che entra in campo dopo il primo set passato in tribuna; inoltre un equilibrio complessivo nei fondamentali, soprattutto battuta e ricezione, ci permette di guadagnare qualcosa di più su questo Fiesole, nonostante persista la carestia di punti nel tabellino degli attaccanti (eccezion fatta forse solo per Vagniluca). 26-24, pareggio e partita apertissima. Terzo set che riapre con la stessa formazione, anche se in corso si segnalano gli ingressi di Calbi, Donadel e Galeotti. Purtroppo i nodi vengono al pettine, o meglio il pettine arriva immancabilmente ai nostri nodi, i nostri punti più deboli, che, oltre l’aspetto tecnico, coinvolgono forse più da vicino una necessità di cattiveria e di agonismo, la quale troppo spesso sembra mancare in questa compagine. Ingredienti che comunque ci sono, non c’è dubbio, ma che bisogna forse cercare di far assaggiare più spesso alle nostre avversarie. Avversarie che si portano a casa il terzo con un netto 17-25. Ripartiamo quindi, altro giro altra corsa; e direi che se ci fosse un prezzo del biglietto, per questo quarto parziale sarebbero stati soldi ben spesi. Bella la “remontada” che non vede quasi mai le ragazze di coach Cavandoli e coach Volpini ritrovarsi con il punteggio più alto, tranne nell’ultima parte, quella che serve. Donadel (alla fine rientra Palaia)-Rubino, Vagniluca-Pratesi (entra poi Galeotti), Mula-Ruvolo; questa la formazione che porta l’Olimpia a muovere un ulteriore passo se non troppo avanti, sicuramente non indietro. Punticino guadagnato quindi, che di certo non si butta via. Tie break affidato alla stessa formazione che aveva finito il quarto, tranne l’avvicendamento Pratesi-Galeotti. Tie break con un punteggio che parla chiaro: 6-15 per il Fiesole che vince la partita e l’unica cosa che ci lascia è un po’ di amaro in bocca. Peccato, ma va bene così. L’Olimpia “tiene botta” e passo dopo passo cresce; innegabile e inevitabile per un gruppo che, ora come prima e dopo, “ci crede sempre e non molla mai”. Appuntamento per sabato presso il Palasport Aramini alle ore 18.00, dove l’Olimpia affronterà la squadra giallo-nera dell’Empoli Pallavolo. Un grazie ai tifosi e come sempre, FORZA OLIMPIA!!!

 

Irene Merilli

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.