1DF: Euroripoli – Olimpia PoLiRi 3/1

Parziali: 25-23, 25-16, 23-25, 25-17.

 

Olimpia Po.Li.Ri: .: Ruvolo (K) (9), Bartoli (2), Mula (4), Palaia, Mancini (1), Pratesi (7), Vagniluca (11), Rubino (6), Modica (2), Galeotti (2), Merilli, DiPede (L).

1°All.: Cavandoli

2°All.: Volpini

 

Cala il sipario anche su giornata numero 26 e di conseguenza sul campionato di Prima Divisione; finisce la regular season, finisce una parte del viaggio, finisce un pezzo di strada. E quando si dice che la parte più bella è stata il viaggio, beh per l’Olimpia Po.Li.Ri. è bellissima anche la meta: diciamolo subito, sono PlayOFF. Un traguardo insperato dai più ma sognato e strappato da chi conta davvero: solo complimenti per le ragazze e i Coach, che hanno iniziato da ultima delle promosse, almeno sulla carta, e che con 4 allenamenti a settimana, fatica e sudore hanno recuperato tutti i sassolini del terreno che mancava. Non è retorica, è statistica. Se l’Olimpia è BLU non è né per culo né per regali; è lì perché se lo merita, perché ha raccolto punti che altre squadre sicuramente più quotate non hanno avuto la forza di conquistarsi. Sia chiaro. Sottolineato questo punto con 36 evidenziatori, passiamo a raccontare qualcosa della gara. Euroripoli; squadra che all’andata ci aveva messo seriamente in difficoltà riconferma questo approccio anche nel match di ritorno. Sfida tra titani mascherati da pigmei; altezze tutt’altro che siderali vanno a giocare una partita di ricerca, ricerca della pallavolo! Gioco veramente destabilizzante quello offerto dal team di Firenze sud, dominato dalla capacità di sbagliare poco, pochissimo e sfruttare al meglio tutti i punti di forza. Palestra grande e lunga, che offre pochi riferimenti in tutti i comparti. Al contrario le ragazze di Bagno a Ripoli ci mettono in crisi in battuta e ci sfiniscono in difesa, defibrillando tutto, anche la polvere. Partenza con Palaia opposta a Modica, Vagniluca Pratesi in posto 4, Bartoli Ruvolo al centro, libero DiPede. Primo set sostanzialmente equilibrato, giocato punto punto, considerata la difficoltà nel mettere palla sul pavimento avversario. Un piccolo break strappato nel finale pone fine al tutto con 25-23 in favore delle padrone di casa. Secondo parziale con Rubino dentro al posto di Modica, che rientrerà nel doppio cambio con Mancini e Galeotti che entrerà su Pratesi. Il gap si fa subito pesante; nervose e contratte le ospiti subiscono la battuta avversaria e sbagliano troppo nel loro turno. Sprecisa la rice, sprecisa l’alzata, poco efficace l’attacco. Insomma, più che dominio un domino della tecnica. 25-16 e cambio campo. Forse la pressione del dover vincere due set per conquistare anche la matematica, forse semplicemente una giornata storta; comunque sia in questo terzo parziale viene fuori un po’ di Olimpia, quanto basta per strappare il set; stessa formazione con l’ingresso di Mula su Bartoli.23 -25 e si riapre la porta del gioco. Quarto set, pronti, via, a casa. Non c’è niente da fare e c’è poco da dire; è andata male, male in ricezione, male il palleggio, male l’attacco, il muro-difesa, male la battuta. Peccato per il finale ma 25-17 che va bene così; va benissimo così. Il colore è quello giusto per sognare ancora, il colore per stare tranquilli e divertirsi, il colore che salva matematicamente la categoria. Più di così solo i supereroi. Olimpia che, complice il risultato di Sesto, può festeggiare comunque nel palazzetto di Bagno a Ripoli; play-Off infilzati con la punta dell’unghia, la parte più affilata, l’ultima a mollare, quella che ti tiene agganciato anche quando il resto del corpo non c’è. Quella di cui si fida solo chi ci crede, INSIEME. E insieme le ragazze in maglia azzurra vi aspettano sabato alle ore 18.00 al PalaRosai, contro il VBA per Gara 1 PLAYOFF…e alloooraaaaaaaaaaaaaa fate casino, divertitevi con noi in questo sogno da cui è difficile svegliarsi…e finchè dura…chissà! Grazie ai tifosi che ci hanno accompagnato in queste 26 gare! FORZA OLIMPIA!
#LAMIACAZZUTISSIMASQUADRA #CAMMINVATTIN #BLUOLIMPIA #BLUMETEO #BLUPLAYOFF
#WORKHARDINSILENCE #LETSUCCESSMAKETHENOISE #ALLOOORAAA #NONSIMOLLAUNXXX #INSIEME
#CAMIONISTEPERSCELTA #COMINCIALOSPETTACOLO #NELBLUDIPINTODIBLU #FELICEDISTARELASSU’
#SUCCESSOE’ESSEREFELICIDICIO’CHESIE’OTTENUTO #INOSTRIPLAYOFF

 

Irene Merilli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.